Nel magnifico scenario di Villa Cenacolo a Lentate sul Seveso sono state disputate domenica le partite finali del Campionato Lombardo a squadre.

Dopo una appassionante giornata di gara, che ha visto le squadre impegnate per quasi dodici ore, dalle 9 del mattino alle 9 di sera, la compagine del club di Ceriano Laghetto si è confermata campione, battendo la prima squadra della Società Scacchistica Milanese.

Le due compagini erano giunte alla finale per il titolo battendo rispettivamente la seconda squadra della Milanese (intitolata al conte Giancarlo Dal Verme per molti anni presidente del sodalizio e della Federazione nazionale) e la squadra della “Famiglia legnanese” di Legnano.

La squadra di Ceriano era formata dal veterano maestro Franco Trabattoni, dal giovanissimo maestro Luca Moroni (13 anni) e dai fratelli Daniele e Mattia Lapiccirella.
La Scacchistica Milanese, seconda classificata, schierava Franco Misiano, Marco Sbarra, Marco Ricci e Filippo Bemporad.

La Milanese conquistava anche il terzo posto con la ‘Dal Verme’ che nella piccola finale batteva i legnanesi. Da segnalare nella squadra meneghina la prestazione di Danilo Pelizzola che otteneva il miglior punteggio individuale assoluto.

Contemporaneamente si è giocata anche la finale del torneo di promozione (Pioneer), tra le squadre di Vigevano, Castellletto, Gallarate e Lonate, che il prossimo anno giocheranno nella serie superiore. Questo gruppo ha visto il successo della compagine di Vigevano, che schierava Manlio Salvetti, Davide Berra, Emanuele Provera ed Ermanno Bozzali. Da segnalare nella squadra del Castelletto la prestazione di Fabio Borin, autore del miglior punteggio individuale assoluto.

Al campionato Lombardo hanno preso parte complessivamente una quarantina di squadre, delle quali 16 nella serie ‘Top’ (serie A). Ora sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2014, con il gruppo Top in cui sono ammesse 16 squadre già qualificate e il gruppo ‘Pioneer’ aperto invece a tutte le società scacchistiche della regione.

Grazie e cordiali saluti

Adolivio Capece – ufficio stampa

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.