Flavio Briatore è stato ospite oggi in diretta negli studi di Sky Sport24 HD per parlare del talent show del mondo del business ”The Apprentice”, di cui è il protagonista e giudice. L’ex dirigente della Formula 1 ha però parlato anche di calcio, in particolare del momento di Inter e Milan e  al mancato scambio Guarin-Vucinic.

Fernando Alonso con Flavio Briatore (foto da @BriatoreFlavio)
Fernando Alonso con Flavio Briatore (foto da @BriatoreFlavio)

Sull’Inter: è possibile una società con due presidenti?

No.

Che soluzione hai?

Io credo che chi fa il presidente, chi ha la maggioranza delle azioni, per cui, dev’essere Thohir il presidente della società. Moratti ha fatto il suo percorso, poi, quando esci. Io quando sono uscito, sono uscito.

Del Queens Park Rangers non ne hai voluto più sentire

No, ma io sono rimasto ancora con una percentuale, ma ho venduto, perché quando uno esce, esce, perché, poi, diventa anche controproducente nei confronti della nuova gestione. Si danno consigli, che normalmente non accettano, perché c’è sempre una forma di gelosia, perché dice, io ho detto quello che pensavo della squadra, dell’allenatore. Poi, chi è entrato ha fatto tutto il contrario di quello che ho detto, benissimo. Però, mi sentivo bene e, poi, ho lasciato la squadra in Serie A. Poi, hanno avuto un anno buono e, poi, sono retrocessi perché, in effetti, hanno fatto delle cose non giuste.

Galliani-Barbara Berlusconi: chi è di troppo al Milan?

Se c’è una divisione marketing e commerciale, hai praticamente un direttore commerciale e un direttore tecnico e potrebbe anche esserci. Ma qui parliamo che il presidente è Berlusconi, per cui, sono due manager, uno si occupa dell’area tecnica e un altro si occupa dell’area commerciale. È molto difficile mantenere queste due aree. Poi, quando cominciano a incrociarsi, perché prima o poi s’incroceranno, allora sarà molto più difficile.

Chi scegli tra Alonso e Raikkonen?

Alonso tutta la vita.

La Ferrari ha fatto bene a prendere Raikkonen?

No, anche perché Raikkonen era già alla Ferrari, per cui, si sapeva già. Ma l’ho detto anche al presidente. Poi, può darsi che motivi di più Alonso. Raikkonen è, sicuramente, un pilota veloce. Però, credo che una Ferrari con Alonso e una Ferrari senza Alonso, solo con Raikkonen, o solo con Massa, è un’altra Ferrari.

Dopo la sommossa popolare l’Inter ha fatto marcia indietro e lo scambio Guarin-Vucinic non si è concretizzato: cosa faresti in questo caso in qualità di “Mister The Apprentice”?

Io credo che i tifosi non sono dei dirigenti, danno un contributo, ma devono fare i tifosi. Ognuno deve fare il suo lavoro, l’allenatore fa l’allenatore, il dirigente fa il dirigente, il tifoso fa il tifoso. Il tifoso non è il proprietario della squadra e se qualcuno si permette di contestare la squadra per scelte tecniche, per me i tifosi sono fuori.

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.