Nello scorso fine settimana, si è tenuto a Vanzaghello, in provincia di Milano, il Campionato Regionale Giovanile di tiro con l’arco, ultimo dei grandi appuntamenti della stagione indoor. Il torneo, organizzato dal Comitato Regionale Lombardia in collaborazione con gli Arcieri Tre Torri ha visto la presenza di circa 200 giovani arcieri, in rappresentanza di 40 Compagnie.

photo credit: Universidad de Navarra via photopin cc
photo credit: Universidad de Navarra via photopin cc

ARCO OLIMPICO. Scoccata l’ultima delle 60 frecce, Andrea Artico (Arcieri del Roccolo) è il nuovo campione regionale nella classe juniores, ha vinto con distacco fatto registrare il punteggio più alto del torneo, 570 punti su un massimo di 600. Sul podio salgono anche Paolo Ralli (Arcieri della Francesca) e Francesco Cazzaniga (Arcieri Alto Sebino). Nella classe Allievi, Enrico Frigerio (Arcieri Tre Torri), a conclusione di una stagione in crescendo, si aggiudica l’oro, distanziando Luca Degrandi e Andrea Pederneschi (Arc. Seri-Art Cremona). Gli Arcieri Mirasole di Opera monopolizzano il podio ragazzi: Pietro Nardón vince per distacco, superando i compagni Riccardo Gottardini, argento, Michele Calori, bronzo; tra i giovanissimi, Alessio Mangerini (Arcieri Bresciani) oro, precede Daniele Pasta, l’altro moschettiere della compagnia di Opera e Matteo Pauselli (Arcieri dell’Airone).
Tra le juniores, è quasi torneo “in famiglia”, con gli Arcieri Tre Torri che piazzano tre compagne di squadra sul podio: le sorelle Alice e Gaia Scarpazza, separate da due soli punti, si aggiudicano l’oro e l’argento, lasciando il bronzo alla compagna di squadra, Erica Viotto. Tra le allieve, la sfida preannunciata tra Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga) e Tanya Giaccheri (Compagnia d’Archi di Meda) si risolve a favore della prima solo all’ultima volée. Altrettanto equilibrati, sia pur a punteggi inferiori, i confronti nelle classi ragazze e giovanissime, nei quali prevalgono Giulia Pasqual (Arcieri Airone) e Michela Boccardi (Arcieri Bresciani).

ARCO COMPOUND. Assente lo junior Valerio Della Stua (Solese), che dai Mondiali di Nîmes, conclusi domenica, torna con un argento a squadre, la pattuglia lombarda ha assistito alle vittorie degli juniores Alessandro Natali (Castiglione Olona) ed Alessandra Di Fraia (Cesano Boscone), degli allievi Antonio Scolari (PHB) e Althea Rota (Milano 3).

ARCO NUDO. Passarella d’onore per Eric Esposito (Prodesenzano), che difende con successo il titolo regionale conquistato nella scorsa edizione, al termine di un anno eccezionale, nel quale ha conquistato tre titoli italiani, un numero imprecisato di vittorie, ha esordito con la maglia della nazionale ai Campionati Europei di Tiro in Campagna.
COMPETIZIONE A SQUADRE. Aprono il medagliere della competizione a squadre, gli Arcieri Tre Torri che sigillano una partecipazione numerosa e di ottimo livello, con due titoli di campioni a squadre, vinti dalle Juniores e dagli Allievi (i quali hanno fatto registrare il punteggio a squadre più alto del torneo) oltre all’argento degli Juniores. In seconda posizione, per numero di partecipanti e per medaglie, gli Arcieri Mirasole Opera festeggiano il titolo a squadre dei Ragazzi, le medaglie d’argento degli Allievi e di bronzo degli Juniores. Gli Arcieri dell’Airone si aggiudicano le medaglie d’oro dei Giovanissimi, d’argento dei Ragazzi e di bronzo degli Allievi. Gli Arcieri Monica si aggiudicano il titolo a squadre delle Allieve ed il bronzo con i Ragazzi, mentre gli Arcieri del Sole fanno bene nella divisione arco nudo, con l’oro degli Allievi e, nella divisione arco olimpico, con l’argento dei Giovanissimi. Chiudono il medagliere a squadre, gli Arcieri del Roccolo che si aggiudicano il titolo juniores a squadre, le squadre della Prodesenzano e degli Arcieri Cologno Monzese si aggiudicano rispettivamente l’argento ed il bronzo nella categoria Allieve.

 

Fonte: fitarco-italia.org

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.