Cus Milano, foto sito ufficiale

Appassionati di rugby, l’attesa è finita! Manca ormai poco all’inizio dei CNU e le squadre qualificate hanno finalmente un nome. Le fasi di qualificazione si sono concluse il 9 aprile e hanno visto sfidarsi le squadre dei diversi CUS italiani in 7 gironi, dai quali sono uscite le finaliste: 7 si sono guadagnate la qualificazione sul campo, mentre l’ottava, il CUS Milano, ha potuto beneficiare di una wild card in quanto città ospitante. Mettiamo ordine con l’elenco delle squadre qualificate:

GIRONE A: CUS Venezia
GIRONE B: CUS Pavia
GIRONE C: CUS Parma
GIRONE D1: CUS Roma Foro Italico
GIRONE D2: CUS Roma
GIRONE E: CUS L’Aquila
GIRONE F: CUS Lecce
GIRONE G: CUS Milano (qualificata di diritto)

Cus Milano, foto sito ufficiale
Cus Milano, foto sito ufficiale

Le partite si svolgeranno tutte allo storico Centro Sportivo Giuriati (fermata M2 Lambrate FS), situato nel cuore di Città Studi. La formula dei CNU prevede che l’intero programma del rugby a 7 venga completato in due giornate: mercoledì 21 maggio ci sarà la fase eliminatoria, giovedì 22 maggio le finali. Il panorama delle 8 squadre finaliste è cambiato notevolmente rispetto agli scorsi CNU di Cassino 2013: infatti, le uniche squadre “superstiti” sono il CUS Pavia, il CUS Roma Foro Italico e il CUS Parma.

Favorita d’obbligo è la compagine del CUS Parma, vincitrice addirittura delle ultime 3 edizioni dei CNU (record storico). L’anno scorso i ragazzi emiliani si sono sbarazzati di CUS Catania ai quarti di finale (32-0), CUS Pavia in semifinale (17-12), prima di travolgere in finale il CUS Firenze con lo strabiliante punteggio di 42-0. Subito alle spalle di Parma troviamo il CUS Venezia, il CUS Pavia, il CUS L’Aquila e il CUS Lecce, squadre tutte protagoniste di un percorso netto nella fase di qualificazione. Il miglior attacco, in questa prima fase, è stato quello dei ragazzi aquilani con 149 punti segnati in 3 match, mentre la miglior difesa appartiene ai ragazzi del CUS Pisa, che hanno subìto solo 7 punti totali. Partono leggermente dietro, col ruolo di possibili sorprese, le due compagini capitoline del CUS Foro Italico e CUS Roma.
Le squadre sono ai nastri di partenza: tra lotta e rispetto, fango e terzo tempo, i rugbisti si stanno scaldando, e sono pronti a dar vita a un torneo combattuto e avvincente. Il 21 e 22 maggio non prendete impegni: a fine partita, tra una stretta di mano e l’altra, potrebbe esserci una birra fresca anche per voi.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.