Home / Calcio / Inter: 50 anni fa la Coppa Campioni della “seconda squadra di Milano”
photo credit: batrax via photopin cc

Inter: 50 anni fa la Coppa Campioni della “seconda squadra di Milano”

“E’ giusto festeggiare la seconda squadra di Milano”. Con una battuta il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha dato il via ai festeggiamenti organizzati al Belvedere di Palazzo Lombardia, per celebrare il cinquantesimo anniversario dalla prima Coppa dei Campioni vinta dall’Inter. Protagonista, sul palco, la Coppa.

SQUADRA PASSATA ALLA STORIA – A 50 anni esatti dalla finale del Prater di Vienna (oggi Ernst Happel Stadion) l’Inter di allora e quella di oggi si sono riunite ad abbracciare i campioni, che, in quella notte del 27 maggio 1964, guidati da Helenio Herrera, sconfissero il Real Madrid e regalarono a Milano un pezzetto di storia del calcio. “Un onore e un piacere – ha commentato il presidente della Regione, citando a memoria la formazione di allora – ospitare qui chi ha giocato e chi faceva parte di una squadra passata alla storia”. Per questo – ha poi raccontato il presidente onorario dell’Inter Massimo Moratti – il governatore lombardo gli ha telefonato personalmente, proponendogli di dedicare una serata al prestigioso anniversario.

photo credit: batrax via photopin cc
photo credit: batrax via photopin cc

LA ‘GRANDE INTER’ – Una serata di ricordi e di emozioni, condotta da Bruno Pizzul, con contributi video e le testimonianze dirette di numerosi dei protagonisti dell’impresa: Sandro Mazzola, Mario Corso, Luis Suarez, Gianfranco Bedin, Spartaco Landini, Bruno Bolchi, Saul Malatrasi, Renato Cappellini, Aurelio Milani. A tutti Moratti ha consegnato una medaglia d’argento in ricordo dell’evento. Lo stesso Moratti ha ricevuto dalle mani del presidente della Lombardia un premio per i 50 anni dalla vittoria e ha contraccambiato con un omaggio “in ricordo della giornata”.

L’ABBRACCIO DI TUTTI – Presenti, accanto ai campioni di ieri, il “capitano” Javier Zanetti, la famiglia Moratti, il nuovo presidente Erick Thohir, la nuova dirigenza, Marco Tronchetti Provera e i collaboratori. La Giunta regionale lombarda era rappresentata, oltre che dal presidente, da numerosi assessori (allo Sport e Politiche per i Giovani; alle Culture, Identità e Autonomie; all’Economia, Crescita e Semplificazione; alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato; alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione; al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo), il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione.

LA SQUADRA REGIONALE – “Anche io ho una grande squadra qui in Regione – ha chiosato il governatore, riferendosi ai componenti della Giunta regionale – sono 14 e metà sono interisti. Ma sono bravi e capaci e sono orgoglioso di loro. Ritengo che anche noi vinceremo la nostra ‘Coppa dei Campioni'”.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

vincenzo montella

Inter-Milan, Montella: “Se giocheremo con questo spirito non perderemo più”

Il Milan esce sconfitto dal derby con l'Inter ma il secondo tempo lascia intravedere qualcosa …

Inter-Milan, Spalletti: “Questa vittoria ha un sapore bellissimo. Icardi è grandioso”

Vittoria all'ultimo respito dell'Inter nel derby col Milan e nerazzurri al secondo posto solitario in …

Hockey Milano Rossoblù: intervista a Cambiaghi “Siamo in salute, ma senza sponsor…”

Milano e la sua voglia di sport, al di fuori delle cannibali Milan, Inter e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi