Salomon City Trail

Una giornata estiva accoglie i city trailers all’ Arena Civica Gianni Brera di Milano, una vera e propria festa dello sport e della corsa. Alle 9 tutti pronti e schierati alla partenza della quarta SALOMON CITY TRAIL™ Milano, un’ edizione di svolta, nuova distanza, nuovo percorso, che si fa sentire sulle gambe degli atleti: Milano come le montagne, con le salite e lo sterrato che mettono alla prova le gambe dei runner abituati alla strada, ma una sfida anche per i trailers puri, poco avvezzi al fondo in asfalto.

 

Salomon City Trail
Salomon City Trail

LA GARA. Taglia per primo il traguardo della SALOMON CITY TRAIL™  Dario Rognoni, l’atleta milanese della CUS Pro Patria completa i 26 km in 1h37’17” staccando di oltre 5 minuti il secondo, il siciliano Filippo Lo Piccolo che chiude con 1h42’44” . Sul terzo gradino del podio Jacopo Caracci, per i Road Runners Milano, con 1h46’22”. Quarto Davide Cheraz (1’49”)  il trailer valdostano del Team Salomon.

Salomon City Trail
Salomon City Trail

La gara al femminile è tutta milanese: al primo posto Simona Baracetti con 1h58’18” che cerca sollievo dai crampi appena superato il traguardo, segno che la gara è davvero dura e che le salite, anche se in un contesto cittadino, ci sono e si fanno sentire. Seguono al secondo e al terzo posto le sorelle Paola e Silvia Felletti. La vincitrice della scorsa edizione Paola con 1h59’59” precede Silvia di 6’44”.

 

Salomon City Trail
Salomon City Trail

CORRONO CON NOI. A fianco della SALOMON CITY TRAIL™ c’è una squadra di partner affiatati che ha reso l’evento ancora più speciale. Oltre a Salomon e Suunto, ringraziamo gli sponsor Autogrill Bistrot Milano Centrale, Wake Your Body, CA technologies, Oracle, Nilox, Esosport, Cisco, Axioma, Hitachi, AutoRigoldi. E i partner MiCo, B2Blood, Assintel, Avis, Medal in Frame,Emc2, Sicurema, Grok, Tucano, Iper, Econocom, Ippodromo di Milano. Comunicano con noi RunnersWorld, Radio Deejay e Sky Icarus.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.