Lisa Iversen, foto Facebook

Il Badminton Club Milano si è laureato Campione d’Italia 2015, merito anche di Lisa Iversen, atleta milanese che, al Pala Badminton di Milano contro l’SSV Bozen, ha portato a casa il punto nel doppio femminile con Renna Suwarno e quello nel singolare femminile contro Erika Stich, ex campionessa italiana. In esclusiva ai microfoni di MilanoSportiva.com, Lisa Iversen ripercorre così il weekend di gare: “Qualcosa di entusiasmante, soprattutto perché abbiamo vinto in casa ed è sempre bello farlo con tutte le persone che ti conoscono e che ti amano attorno. In Italia siamo forti, ora proviamo ad imporci fuori”.

Questa vittoria porta il BC Milano direttamente al Campionato Europeo, la Champions League del Badminton, in programma a Tours dal 10 al 14 Giugno: “Diciamo che nella prova a squadre passare il girone forse è un traguardo fin troppo ambizioso per noi, ma quello che cercheremo di fare sarà strappare più punti possibili alle avversarie – prosegue Lisa Iversen – nell’individuale, invece, affronto un’atleta svizzera che avevo già affrontato e con la quale avevo perso. Però sono ottimista, perché è cambiato molto, soprattutto io gioco meglio e ho più esperienza”.

Un amore per il badminton sbocciato tardi: “Ho cominciato a giocarci alla scuola media, avevo 13 anni – prosegue Lisa – mio papà è danese, lì è uno sport molto diffuso e quindi lo conoscevo già”. Lisa Iversen, classe 1997, nata a Milano, frequenta attualmente il Liceo scientifico Bottoni (“I voti ci sono”, afferma…). Nata e cresciuta proprio nel capoluogo meneghino, è italiana al 100%; ma soprattutto è la punta di diamante del Badminton Club Milano: “Mi trovo molto bene in questa società, anche perché da quando ho cominciato a giocare più o meno siamo rimasti sempre gli stessi; c’è un nucleo storico e poi è bello perché all’inizio, quando ho cominciato, erano tutti miei allenatori. Ora siamo non dico sullo stesso livello, ma giochiamo insieme, non sono più loro che devono insegnare a me”.

Il livello italiano del Badminton non è eccelso: “No, assolutamente – prosegue Lisa Iversen – altre nazioni sono più forti, però secondo me ci stiamo migliorando soprattutto per quanto concerne la preparazione. Stiamo mettendo le basi per avere una nazionale di alto livello, con vari progetti anche per formare gli allenatori. La mia esperienza con la nazionale? Per ora l’obiettivo è fare esperienza e prendere punti per il ranking europeo juniores, in modo che quando sarà il tempo avremo le carte in regola per ben figurare”.

Le Olimpiadi sono un obiettivo? “Ci penso abbastanza, ma per ora restano un sogno – ammette candidamente Lisa Iversen – non escludo che potrei farcela; sicuramente non per Rio 2016, ho bisogno di crescere ancora. Cosa farò da grande? Mi piacerebbe fare altro, però finché il fisico mi reggerà vorrei continuare a giocare a Badminton per poter arrivare il più in alto possibile”.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.