franco baresi

Alla conferenza stampa di oggi a Milanello, in cui lo sponsor Fujitsu ha parlato della sua partnership col Milan e delle sue iniziative,  c’era anche la leggenda del club rossonero Franco Baresi.

Il mitico numero 6 ha parlato del momento del suo Milan, anche in chiave commerciale: “Il club continua ad avere un grande appeal internazionale, questo nonostante i risultati recenti non siano stati buoni. E’ importante notare come anche in un momento difficile, il Milan rimanga un punto di riferimento per organizzazione e immagine, gli sponsor ci cercano. Sul campo, per 20 anni il Milan ha dominato la scena, ora bisogna avere un po’ di pazienza“.

L’ultimo obiettivo rimasto alla squadra di Inzaghi è la rincorsa ad un posto per l’Europa League: “Percentuali di andare in Europa? Impossibile farne, mancano ancora un po’ di partite e i conti si faranno alla fine, idem per il giudizio su Inzaghi. Il Milan ha attraversato una stagione ricca di infortuni, per Inzaghi non è stato facile gestire la situazione. I ragazzi vengono da qualche risultato positivo, questo da’ morale e fiducia, speriamo sia di buon auspicio per il finale di stagione“.

A chi gli chiede cosa ne pensa della linea tracciata per il futuro da Silvio Berlusconi, ovvero un Milan fatto di giovani italiani, Baresi ha risposto cauto: “Calma, per i progetti futuri aspettiamo di vedere come va a finire la stagione“. Che anche Baresi sia a conoscenza di qualche informazione importante sul cambio di proprietà? Senza nuovi finanziatori, infatti, la linea verde sembra sinceramente l’unica via nel breve periodo.

Il giocatore chiave del Milan di oggi? Baresi non ha dubbi: “In questa stagione, la classe di Menez è stata determinante in molti momenti. Sicuramente è stato lui il giocatore più decisivo finora“.

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.