E alla fine arriva la quarta vittoria lontana dalle mura amiche per la Giana Erminio, abile a imporsi sul Lumezzane grazie a una prestazione estremamente concreta come ormai ha abituato.

MATCH PIUTTOSTO CONTRATTO – Grande novità il rientro fra i pali del lungodegente Alberto Paleri, elemento assai importante in un assetto piuttosto difensivo. Primo a rendersi pericoloso Andrea Gasbarroni (11’) con un potente tiro che Furlan blocca ottimamente. Mentre Fabio Perna spara alto in girata, il team locale si rende pericoloso al 20’, quando un cross conduce alla conclusione oltre la traversa di Devis Nossa. Stesso risultato ottenuto da Manuel Sarao (32’), coraggioso quanto basta a tentare una lunga parabola.

VITTORIA FRUTTO DI GRANDE SOLIDITA’ – Il portiere biancazzurro deve comunque ricorrere agli straordinari nell’avvio ripresa, abile a vincere il duello a tu per tu col lanciato Kevin Varas. Un altro giro di lancetta e, in piena azione di contropiede, Andrea Gasbarroni serve ottimamente Perna, bravo a trafiggere l’estremo difensore avversario con un preciso diagonale. L’episodio accende finalmente il duello vedi la bellissima parata di Paleari sulla botta firmata Francesco Rapisarda, a cui risponde la punizione targata Gasbarroni (14’), sfortunato a centrare la traversa. Nonostante le occasioni sfumate con Matteo Marotta e Perna, la Giana tiene ottimamente la sfera e complice la buona performance difensiva strappa tre punti assai preziosi.

LUMEZZANE (4-3-1-2): Furlan; Rapisarda, Belotti, Nossa, Russu (71’ Valotti); Baldassin, Genevier, Tagliavacche (54’ Mancosu); Varas; Sarao, Cruz Pereira. A disp. Pasotti, Bacio Terracino, Baldan, Magnani, Mancosu, Monticone, Pippa, Valotti, Bason. All. Nicolato
GIANA ERMINIO (4-4-1-1): Paleari; Perico, Bonalumi, Polenghi (81’ Montesano), Solerio; Pinto (91’ Grauso), Biraghi, Marotta, Augello; Gasbarroni (88’ Rossini); Perna. A disp. Sanchez, Sosio, Costa, Montesano, Grauso, Sanzeni, Brambilla, Capano, Romanini, Cogliati, Rossini. All. Albé.
RETE: 52’ Perna.
ARBITRO: Alessandro Pietropaolo di Modena.
NOTE: Ammoniti Pinto e Biraghi per la Giana Erminio, Sarao e Varas per il Lumezzane.

Manuel Magarini
manuel.magarini@gmail.com