Home / Atletica / Stramilano 2016: trionfa il Kenya, risultati e commento dell’edizione dei record
La Stramilano 2016
La Stramilano 2016

Stramilano 2016: trionfa il Kenya, risultati e commento dell’edizione dei record

Si è chiusa la Stramilano 2016, che ha visto la vittoria dei kenioti James Wangari e batte Rael Kiyara in una manifestazione con oltre 63.000 iscritti. Numeri da record per la 45esima edizione della Stramilano, che tra corsa non competitiva e voglia di emergere dei professionisti offre come sempre uno spaccato unico: uomini, donne, bambini, scolaresche, gruppi, passeggini e molto altro, tutti insieme per le vie di Milano.

Stramilano 2016, al via anche i militari

Tra i 63.000 iscritti al via anche più di 1.000 atleti militari, tutti partiti dopo la benedizione impartita da Sua Eccellenza Mons. Paolo Martinelli, vescovo ausiliare di Milano. Allo start presente anche Chiara Bisconti, Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Servizi generali del Comune di Milano, che ha dato il via con i due colpi di cannone del Reggimento di Artiglieria a cavallo “Voloire”.

Stramilano 2016
Stramilano 2016

Addio al record di Paul Tergat

La partenza è avvenuta alle ore 11 da piazza Castello; la mezza maratona cittadina, fra le più veloci al mondo, ha visto crollare il record della manifestazione, quello storico 59’17” ottenuto nel 1998 dall’atleta keniota Paul Tergat. E a distruggere il vecchio primato, con 59’12”, è stato il 21enne keniota James Wangari, che sul traguardo ha preceduto i connazionali Paul Mwangi, medaglia d’argento con 1h01’31” e Amos Kurgat, giunto terzo in 1h01’56”. Tra gli italiani ben quattro nelle prime dieci posizioni: Yassine Rachik, che lo scorso anno aveva ottenuto la medaglia di bronzo, ha chiuso sesto, seguito da Ahmed El Mazoury, Najibe Marco Salami e Daniele D’Onofrio.

Il Kenya trionfa anche tra le donne

Podio tutto keniota anche in campo femminile: vince Rael Kiyara (1h10’19”), a seguire Viola Jelegat (1h11’03”) e Hellen Jepgurkat (1h11’34”). Quinta l’azzurra Catherine Bertone (1h14’18”), ottava Giovanna Epis e decima Eleonora Bazzoni. Curiosità: la partecipante più giovane è stata Chiara, di 2 mesi, che ha corso nella carrozzina spinta da mamma Caterina; il più anziano il signor Alberto, di 91 anni. Appuntamento al 19 marzo 2017.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Danilo Gallinari

Danilo Gallinari in campo per “We Playground Together”

Danilo Gallinari ha deciso, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Milano di …

Che festa per la 4x400 (foto Colombo/FIDAL)

Atletica italiana: la rinascita parte dalla Lombardia

La lenta rinascita dell’atletica italiana pone le sue radici in Lombardia. Dopo l’exploit di Filippo …

Ilaria Bonvicini

Volley: Saugella Monza, rinnova Ilaria Bonvicini

Ilaria Bonvicini sarà una giocatrice della Saugella Monza anche nella stagione 2018/2019. Il libero italiano è quindi pronto …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi