Teatro Principe, foto opigym:F. Bozzani

La Principe Boxing Events ha annunciato il rinnovo del contratto con il teatro Principe, che rimarrà dunque ancora la casa della boxe a Milano. La soddisfazione maggiore è per Alessandro Cherchi, presidente della Principe Boxing Events: “Sono lieto di annunciare il rinnovo del contratto per la gestione del teatro Principe – le sue prime parole – nel 2016 vedrete eventi di ogni tipo al teatro di Viale Bligny 52, che diventerà un punto di riferimento per tutti non solo per gli appassionati di sport da ring”.

Teatro Principe fa rima con boxe

La boxe è entrata prepotentemente nel Teatro Principe ormai da un anno, diventando in breve tempo un punto di riferimento per i milanesi e non solo: “All’inizio volevamo dare un appuntamento fisso con il pugilato ai nostri concittadini e fornire ai talenti delle palestre lombarde l’occasione di combattere con regolarità – spiega ancora Alessandro Cherchi ed abbiamo realizzato questi due obiettivi. La riunione inaugurale, il 5 dicembre 2014, ha registrato il tutto esaurito, ha proposto uno dei combattimenti più belli degli ultimi anni (Antonio Moscatiello-Riccardo Pintaudi) ed ha avuto una grande copertura mediatica da parte dei giornali. Ben presto, la situazione si è evoluta: due mesi dopo l’apertura abbiamo organizzato la difesa del titolo europeo dei pesi superleggeri di Michele Di Rocco contro il danese Kasper Bruun che ha avuto una risonanza internazionale (sono arrivate due troupe televisive dalla Danimarca)”.

Un anno da superstar

A seguire al Teatro Principe ci sono stati eventi pugilistici di alto livello come quello di Luca Giacon per il titolo Silver dei pesi welter WBC, il vacante titolo europeo tra Emanuele Blandamura e Michel Soro, la sfida tra il campione dell’Unione Europea dei pesi mosca Vincent Legrand e Andrea Sarritzu, il vacante campionato d’Italia dei welter tra Alessandro Caccia e Giacomo Mazzoni e, il 26 settembre 2015, l’arrivo di Paul Malignaggi. Il prossimo appuntamento, ora, il 14 maggio: Renato De Donato affronterà Luciano Randazzo per il vacante titolo italiano dei pesi superleggeri.

Non solo boxe

Il successo delle manifestazioni pugilistiche ha convinto gli organizzatori degli altri sport da ring a noleggiare il teatro per le loro iniziative. “Abbiamo ospitato un evento collegato ad Oktagon e la serie Kick and Punch organizzata da Angelo Valente – prosegue Alessandro Cherchi – ed anche questi hanno attirato un gran pubblico. Un mese fa, anche Giorgio ed Armen Petrosyan hanno voluto il Principe per la loro Petrosyanmania ed hanno fatto il tutto esaurito. Manca solo il wrestling, credo che il teatro sarebbe perfetto per questo sport-spettacolo.”

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.