Home / Calcio / Altro Calcio / Renate: Foschi e Magoni presentati alla stampa, le loro dichiarazioni
Rete da calcio, foto Flickr

Renate: Foschi e Magoni presentati alla stampa, le loro dichiarazioni

Rispettivamente nuovo direttore sportivo e allenatore del Renate, Oscar Magoni e Luciano Foschi sono stati ufficialmente presentati alla stampa.

DALLA PANCHINA ALLA SCRIVANIA – In Brianza torna per la terza volta – dopo due esperienza da tecnico (in Serie D e Lega Pro Seconda Divisione) – Oscar Magoni. “Riparto con grandissimo entusiasmo, e con la consapevolezza di aver concluso il mio percorso da allenatore dichiara l’ex mister della Pro Sesto – Questa la sento come casa mia, non posso che ringraziare Crippa e i due Presidenti per la stima e la fiducia che mi sono state accordate. Cosa cambia ora nella mia nuova professione? Di sicuro non entrerò più nello spogliatoio, c’è un allenatore che abbiamo scelto in sinergia che si occuperà di questo. La mia priorità ora è quella di allestire una rosa composta da giocatori che sappiano cosa voglia dire giocare per questa maglia. Sono sicuro che alla fine avremo una rosa competitiva, sempre rispettando il budget e i parametri economici prefissati. L’obiettivo, naturalmente, resta il conseguimento della salvezza. Ci preme confermare quanti più elementi possibili dell’ultima stagione, creare quella base solida da cui ripartire. I discorsi con i giocatori sono già cominciati, ma ci vorrà tempo. Non bisogna poi dimenticare che la prossima rosa sarà ancora una volta caratterizzata da molti Under, portando avanti la sana filosofia di questo club. Sono molte le società con cui intavoleremo trattative, ma ora sono ancora discorsi prematuri”.

L’IMPERATIVO È RIPETERSI – Reduce dalla difficile esperienze al Pordenone, Luciano Foschi arriva desideroso di voltare pagina e regalare l’ennesima salvezza ai nerazzurri. Il tecnico anticipa gli iniziali piani di gioco: “Si ripartirà da quel 3-5-2 che ha dato tante certezze nell’ultima stagione, con varianti che verranno inserite nel corso del campionato. Ragioniamo bene su chi viene e chi va, poi valuteremo i colpi in entrata. Sarebbe bello confermare più elementi possibili visto il buon lavoro dell’anno scorso, ma non ho fatto richieste particolari. Chi non vuole rimanere partirà. Voglio solo giocatore fortemente motivati e che credano nella causa della società. Renate è una società seria, consapevole delle proprie potenzialità. Ogni anno raggiunge il proprio obiettivo, pur senza promettere la luna come tanti altri club di questa categoria. Ho scelto di venire qui perchè so che si può lavorare con serenità, lanciando tanti giovani. Tutto ciò mi entusiasma”.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Manuel Magarini

Check Also

copertina RIBELLI degli stadi

Gli ultras italiani raccontati da Pierluigi Spagnolo: “I ribelli degli stadi”, studio avvincente ed appassionato del tifo organizzato

Il fenomeno degli ultras italiani affrontato con passione ed obiettività da Pierluigi Spagnolo, giornalista e …

Giovanni Malagò

Caos FIGC, Malagò si defila: “Io commissario? Non sono disponibile”

A una settimana da quel Italia-Svezia che è costato agli azzurri la partecipazione dei Mondiali …

carlo tavecchio

Le Iene Show, Tavecchio contro Ventura: “Scelte tecniche sbagliate”

Ai microfoni della Iena Nicolò De Devitiis, il presidente della FIGC Carlo Tavecchio rompe il silenzio, dopo la mancata qualificazione …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi