Home / Calcio / Altro Calcio / Partite in diretta su Facebook: brava Roma, ma ora cosa accadrà?
Beau Jeu, pallone ufficiale di Euro 2016
Beau Jeu, pallone ufficiale di Euro 2016

Partite in diretta su Facebook: brava Roma, ma ora cosa accadrà?

La Roma ha trasmesso, sulla propria pagina Facebook ufficiale, l’amichevole contro il Terek Grozny, vinta alla fine con il risultato di 3-2. Poco c’importa del carattere sportivo, molto della tenuta dell’iniziativa stessa. Che potrebbe aprire porte, portoni, fino ad ora inesplorati.

Partite in diretta su Facebook, perché sì

C’è chi dice sì alle partite in diretta su Facebook. D’altronde, da quando c’è stata l’apertura ai video in diretta, ne abbiamo viste di tutti i colori: gente sdraiata sul divano. Persone che si filmano per dialogare con gli altri. Immagini senza capo né coda. Ma anche eventi sportivi, concerti e molto altro. In questo calderone, non si capisce perché non possano starci anche le partite di calcio, che così facendo verrebbero trasmesse totalmente ed in diretta.

Partite in diretta su Facebook, c’è chi dice no

Ma c’è anche chi vede un qualcosa del genere con un fare negativo, come un qualcosa senza futuro. Ha senso trasmettere una partita di calcio su un Social Network, ci si chiede? Ha senso invadere un posto usato privatamente con un evento pubblico? Ha senso sminuire il calcio fino a mandarlo in diretta su un prodotto e una piattaforma come Facebook? La Roma, a quanto pare, ha inteso la trasmissione sul Social di casa Zuckerberg come un qualcosa di positivo, visto che è vero che si trattava di un’amichevole come tante altre. Ma, a livello tecnologico, siamo davanti ad una nuova era.

Addio ai diritti tv?

La Roma è entrata nella storia quale primo club europeo a trasmettere una partita in diretta su Facebook. Ma quella della società giallorossa è una strategia molto più ampia. I giallorossi puntano a diventare la squadra di calcio più connessa al mondo. Rimane da chiedersi se, un domani, potrebbe avere senso ospitare tutte le partite della Serie A e non solo su Facebook. Così facendo non avrebbero più senso i diritti tv. E così facendo morirebbe il calcio. Una cosa è certa: siamo di fronte al nuovo. Un nuovo legato al presente. Che piaccia o no: i Social sono ormai una seconda esistenza per tutti noi.

Loading...

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Giana Erminio-Pordenone: cronaca, commento e tabellino

Alla Giana il primo round del 2° turno play-off. In vantaggio con Bruno, poco prima …

Ufficiale: Luciano Foschi lascia la panchina del Renate

Loading... Luciano Foschi non è più l’allenatore del Renate. Ad annunciarlo il club nerazzurro, che …

Milano Quanta campione d'Italia 2017

Hockey Inline 2017: trionfo Milano Quanta, sesto Scudetto consecutivo!

Loading... Il Milano Quanta ha vinto 5-4 Gara 4 della finale Scudetto sul campo del …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi