Home / Calcio / Altro Calcio / Niente Lega Pro per la Caronnese: tutti i motivi, via alla stagione 2016-2017
Presentazione Caronnese 2016-2017
Presentazione Caronnese 2016-2017

Niente Lega Pro per la Caronnese: tutti i motivi, via alla stagione 2016-2017

Presentazione ufficiale, presso il Centro sportivo di Cesate, per la nuova Caronnese di mister Marco Gaburro, dove sono stati spiegati tutti i motivi per il quale il club ha deciso di non venire ripescata in Lega Pro e proseguire la sua avventura, ancora una volta, in Serie D.

Presentazione Caronnese 2016-2017
Presentazione Caronnese 2016-2017

Senza illuminazione addio alla Lega Pro

L’amministratore delegato Roberto Fici ha chiarito: “I costi infrastrutturali del nostro stadio, che pensavamo in determinate cifre, alla fine si sono rivelati molto più ingenti – le sue parole – bisogna rifare completamente, a partire dalla cabina elettrica, l’impianto di illuminazione. Abbiamo preferito a questo punto lasciare invariato l’investimento e lavorare per la prossima stagione per farci trovare pronti. Il progetto illuminazione? Servirà anche l’appoggio della pubblica amministrazione. Abbiamo accordo per una decina d’anni, ma per spendere oltre un milione d euro bisogna trovare un accordo. Dal punto di vista sportivo il nostro obiettivo è e rimane vincere”.

Presentazione Caronnese 2016-2017
Presentazione Caronnese 2016-2017

Giocare in trasferta, tanti problemi

Si era partiti con l’idea di lavorare sul campo di casa e intanto giocare altrove: “L’intenzione era questa – prosegue ancora Fici – pensavamo di riuscire in qualche mese a sistemare le strutture, ma poi abbiamo avuto il problema dell’impianto di illuminazione. Oltretutto, di tutti i campi disponibili, ce n’era uno solo a disposizione. Il Brianteo di Monza, anche lui non idoneo però. E pare che sia sotto bando per la gestione”.

Presentazione Caronnese 2016-2017
Presentazione Caronnese 2016-2017

Caronnese, una società sana

Il vicepresidente con delega alla Prima squadra e alla parte agonistica, Pierluigi Galli, ha aggiunto: “E’ stata una decisione molto sofferta, però siamo una società abituata a muoverci passo dopo passo e crediamo fermamente nel progetto del presidente. Ovvero essere pronti per il salto di categoria e non a fare un salto nel buio. Testimonianze vicine e lontane fanno vedere come una programmazione attenta ai costi sia fondamentale. Siamo una società sana, senza debiti, vogliamo continuare così”.

Presentazione Caronnese 2016-2017
Presentazione Caronnese 2016-2017

Squadra al lavoro, parola al ds

Tocca al direttore sportivo Walter Vago fare il punto sulla situazione della Caronnese: “E’ da sette anni che sono qui e anche quest’anno la sfida è grande – le sue parole – lo sport è fatto di sfide. La scelta della società è chiara e guida il lavoro da me fatto in questi anni, legata a grande qualità nella scelta del lavoro da fare, dello staff, degli obiettivi. Il presidente dice sempre che dobbiamo fare meglio dell’anno scorso, quest’anno la sfida è davvero dura. Ma noi siamo pronti, a mettere sul campo tutto, per vincere il campionato”. La prima sfida vera è stato tenere in rosa gent del calibro di Maier e Corno, la guida della Caronnese. Poi si parla di nuovi acquisti. Da Novara Matteo Arcuri, dall’Inter Filippo Sgarbi. Dall’Ardor Lazzate Stefano Grassi; da Lecco Luca Redaelli. Roberto Gherardi dal Pontisola. Salomoni dal Como: “Ci sono trattative per altri giocatori, 2-3 classe ’98 e un paio di atleti di livello. Poi la squadra è al completo”. Ufficializzato anche l’ingaggio di Michele Patrini.

La carica di Marco Gaburro

Infine la parola passa al tecnico, Marco Gaburro: “Abbiamo deciso di non proseguire la corsa nei professionisti, ma non dobbiamo perdere l’occasione di confermarci professionali. Il nostro obiettivo è uno solo. Vogliamo che nel 2017/2018 la Caronnese sia Lega Pro. Quando si arriva da tre stagioni come questa, avere lo stesso voglia di migliorarsi è incredibile. Siamo e rimaniamo dei dilettanti professionali”. Infine è stata svelata anche la nuova maglia con il nuovo sponsor, Unendo. L’azienda di Giuseppe Pirola è la stessa che sponsorizza anche la Yamamay pallavolo di Busto Arsizio. Pirola entrerà in società come consigliere.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d’adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l’hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Rosario Maddaloni

Yonex Italian International 2017: il badminton internazionale sbarca a Milano

Ritorna al PalaBadminton di Milano lo Yonex Italian International 2017. Il badminton internazionale si riappropria dunque …

dacia duster 2018

Dacia Duster 2018: data di uscita, prezzi, e novità

Il nuovo Dacia Duster 2018 è finalmente realtà e arriva sul mercato con prezzi e …

europa league

Europa League: chi è il Ludogorets, avversario del Milan

Archiviata la fase a gironi superata in modo piuttosto brillante ad eccezione della sconfitta finale …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi