Home / Calcio / Inter / Inter Zanetti: “Non cerchiamo alibi, Icardi deve pensare solo a giocare”
Inter maglia 2016_2017

Inter Zanetti: “Non cerchiamo alibi, Icardi deve pensare solo a giocare”

L’Inter deve rimettersi in marcia dopo la sconfitta subita contro il Chievo. Intervistati in esclusiva da Premium Sport Javier Zanetti ed Eder.

ESORDIO AMARO

“I tifosi sono la cosa più importante che abbiamo, ma anche noi come loro non siamo contenti per come è andata a Verona ammette Zanetti -. Però non dobbiamo cercare alibi, dobbiamo reagire e già da domenica prossima in casa col Palermo dare una dimostrazione della nostra crescita. Piano piano le cose si sistemeranno, tutti stiamo lavorando per far sì che questa squadra torni a essere competitiva. De Boer è un allenatore molto intelligente, ha analizzato benissimo la partita, sa dove bisogna migliorare e io credo che questa squadra abbia tutte le qualità per dimostrare di poter fare bene. Se deve tornare alla difesa a 4? Decide il mister, noi sosteniamo il suo lavoro. Le dichiarazioni di Handanovic sulla tournée? Tante squadre fanno tournée estive, non credo sia questo il motivo, Handanovic deve allenarsi e giocare.

ICARDI

Il vice presidente nerazzurro predica comunque calma: “Quest’anno abbiamo cambiato proprietari, allenatore e giocatori: ci vuole tempo. Nuovi colpi dal mercato? Ci sono tanti nomi: quando arriverà il proprietario parleremo e valuteremo assieme se ci saranno possibilità, ma credo che Ausilio avrà un gran daffare in questi ultimi giorni. Il rinnovo a Icardi? Su questa vicenda abbiamo tempo fa chiarito in forma ufficiale che Mauro non era in vendita, poi si sono verificati dei giochini mediatici nei quali l’Inter non vuole entrare, non lavoriamo così: arriverà il momento in cui parleremo con Icardi e il suo entourage, ma lo decideremo noi quando arriverà questo momento. Ora lui deve pensare a fare il calciatore e il capitano. Obiettivo ritorno in Champions? L’Inter deve stare lì”.

AMBIENTE CARICO

Ai microfoni di Premium pure Eder. “Siamo tutti arrabbiati per l’inizio di stagione, ma il calcio è così: l’anno scorso abbiamo cominciato forte e finito non benissimo, mentre penso che quest’anno potremo fare molto bene spiega l’attaccante -. La difesa a tre? Lo sapevamo già dalla settimana precedente la partita: ognuno di noi ha cercato di fare del suo meglio, ma abbiamo incontrato delle difficoltà, anche merito di una squadra esperta come il Chievo. De Boer? È arrivato con le sue idee, ogni allenatore le ha, sta cercando di trasmettercele e noi dobbiamo cercare di apprenderle il prima possibile. Le voci di mercato che mi hanno coinvolto? Già da marzo dicevano che sarei andato via, ma io sono sereno: sono sicuro che quest’anno potrò fare bene come il resto della squadra sono convito che faccia”.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Manuel Magarini

Check Also

Mondiali di Pallavolo a Milano

Mondiali di pallavolo a Milano, info sui biglietti

Cresce l’attesa a Milano per i Campionati Mondiali di Pallavolo Maschile 2018. Da venerdì 21 …

Serie A1 Softball, finita la regular season

Ultima giornata di intergirone che pone fine alla regular season di Serie A1 Softball, ma …

Coppa Lombardia

Coppa Lombardia, Sanga Milano ko in finale

Costa Masnaga vince la coppa Lombardia ma il Ponte Casa d’Aste dimostra di avere qualità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi