Pietro Peccenini: triplo podio nel VdeV a Magny-Cours
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Pietro Peccenini ritorna da Magny-Cours facendo un passo importante verso il Trofeo Gentleman Driver del VdeV.

TRE PODI SU TRE

Disputato il 7-8 ottobre in Francia il penultimo round del Challenge Monoplace. Ora il pilota milanese classe 1973 attende il gran finale della serie internazionale all’Estoril. In Portogallo nel prossimo mese di novembre ci sarà la definitiva resa dei conti. Sulla Formula Renault 2.0 della TS Corse il portacolori del team lombardo ha completato un weekend trionfale per la squadra diretta da Stefano Turchetto. Conquistato un prezioso triplo podio della sua categoria, nella top-ten assoluta in ciascuna delle tre gare disputate. Un fine settimana dunque all’insegna del “numero perfetto” per Peccenini. I tre terzi posti di Magny-Cours gli consentono infatti di mantenere la leadership del Trofeo dopo corse impegnative. Costante bagarre tra sorpassi e controsorpassi con i diretti rivali. Risultati e punti pesanti che ora sarà chiamato a gestire nell’ultima tappa.

FILATO TUTTO LISCIO

Questo il commento di Peccenini al termine delle gare a Magny-Cours: “Ho avuto a disposizione una monoposto davvero ben bilanciata, la squadra ha lavorato bene e io ho potuto guidare senza problemi. Considerando che siamo arrivati su un tracciato così tecnico praticamente senza test, visto che nell’ora a disposizione giovedì abbiamo sofferto degli inconvenienti di cablaggio, sono contento sia della guida sia dei risultati. Abbiamo lottato in tutte le gare e soprattutto nelle prime due avevamo un passo anche migliore dei diretti rivali. I tre podi conquistati indicano ancora una volta che siamo migliorati ma che comunque c’è ancora da lavorare. Abbiamo ben difeso la leadership di campionato e ciò era fondamentale a questo punto della stagione. Ora attendiamo l’Estoril e nel frattempo faccio i complimenti sia al team sia al mio compagno di squadra Alex Peroni per le tre vittorie messe a segno tra venerdì e sabato”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi