Home / Ippica / Ventura Storm conquista il Gran Premio Jockey Club all’ippodromo di San Siro

Ventura Storm conquista il Gran Premio Jockey Club all’ippodromo di San Siro

Ippica, musica, street food, un mix che ha regalato una splendida giornata agli oltre 9.000 presenti all’ippodromo di San Siro a Milano: oltre al Gran Premio del Jockey Club, al Gran Criterium e ad altre sette corse, di cui una riservata a purosangue arabi, il Parco Botanico ha ospitato ape car e food truck con specialità regionali, e gli allievi del Cmp Music Institute, che hanno eseguito musica dal vivo.

Gp Hockey Club

Ippodromo di San Siro, il successo di Ventura Storm

Spettacolare e degno delle attese il Gran Premio Jockey Club: ha vinto il favorito, l’inglese Ventura Storm, ma ha dovuto lottare testa a testa fino all’ultimo metro contro Full Drago, il tre anni italiano fresco vincitore del Premio Federico Tesio. Il purosangue della scuderia Middleham Park Racing, allenato da Richard Hannon e montato con la consueta grinta da Cristian Demuro (vincitore di altre due corse oggi pomeriggio), era reduce da ottime prestazioni a Deauville e soprattutto da un ottimo secondo posto nel St. Leger di Gruppo 1 a Doncaster: ha provato – ed è riuscito – a dettare la sua legge nelle fasi decisive nella corsa, ma Full Drago ha il merito di avere lottato come un leone dopo ave preso il comando in dirittura e senza mai arrendersi se non al palo d’arrivo. Lotta talmente serrata che tra i due cavalli si sono registrati un paio di contatti, giudicati ininfluenti dalla giuria. Terza l’inglese Elbereth, staccata di un paio di lunghezze, quarto il terzo britannico in gara, Arab Spring. Kloud Gate, partito molto male, ha recuperato sino al quinto posto, deludente invece Dylan Mouth, giunto sesto, letteralmente fuori scena il tedesco Guignol.

michael-cadeddu-salto-dopo-gr-criterium
michael-cadeddu-salto-dopo-gr-criterium

Il Gran Criterium

Nel Gran Criterium, corsa di Gruppo 2, è invece arrivata una vittoria tedesca: primo al traguardo Skarino Gold, portacolori della Phoenix Stable e allenato da Jean-Pierre Carvalho. Skarino Gold non era tra i favoriti ma si è trovato molto bene sul terreno insidioso di oggi, vincendo con autorità e con in sella il “nostro” Miki Cadeddu, che a San Siro si esalta arrivando a replicare la vittoria nelle Oaks d’Italia dello scorso maggio (anche in quella occasione si prese il lusso di battere Frankie Dettori, oggi secondo con Bahamas). La corsa: Skarino Gold si è messo in scia ad Aethos, incaricato di fare l’andatura, quando si è scatenata la bagarre è scattato e ha lasciato i rivali a un paio di lunghezze. Sun Devil è stato il primo ad aggredire il battistrada senza però “pungere”, tanto da calare negli ultimi metri. Anche l’inglese Bahamas, training di Marco Botti e monta di Lanfranco Dettori, ha provato a contrastare Skarino Gold ma alla fine si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzo Amyntas, quarto l’atteso Biz Power, che ha sofferto il terreno particolarmente morbido: «Oltre alle corse spettacolari, la giornata di oggi è stata un test importante perché applichiamo un nuovo ‘format’: la proposta “street food & music” vuole offrire a Milano e ai milanesi una alternativa per trascorrere le domeniche pomeriggio, l’ippodromo offre un grande parco aperto a tutti per esser vissuto da tutti e diventare un punto di attrazione per la città. Siamo in contatto costante con il Comune di Milano, abbiamo idee, progetti, proposte che presenteremo per far sì che l’ippica diventi più nota, più appassionante e più piacevole per tutti. Il nostro prossimo banco di prova sarà il 12 novembre con la giornata di chiusura della stagione di corse dedicata alle corse in ostacoli, abbiamo nuove sorprese da proporre”.

premio-del-piazzale-rogue-runner

Ippodromo, un asset fondamentale per Milano

«L’ippodromo del galoppo è un asset fondamentale per il nostro gruppo e vorremmo lo fosse anche per la città di Milano – Così Fabio Schiavolin, amministratore delegato del Gruppo Snai – Oggi tocchiamo le centomila presenze dall’inizio della stagione di corse, si sta rivelando vincente il nostro format che prevede di affiancare alle corse eventi collaterali e iniziative in grado di attrarre un pubblico più ampio dei semplici appassionati, giovani, famiglie e chi non è mai stato in un ippodromo. Nella prossima stagione vogliamo lavorare ancor più in sintonia con l’amministrazione comunale per proporre un programma ancora più completo e accattivante, puntiamo a un palinsesto ben strutturato per far sì che quello di Milano diventi un modello per gli ippodromi italiani».

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Olimpia Milano, ecco l’ ultimo colpo

La pallacanestro Olimpia Milano, annuncia con una nota sul suo sito internet e sulle sue …

Olimpia Milano, ecco il nuovo playmaker

Con una nota sul suo sito internet e sulle sue pagine social, la pallacanestro Olimpia …

Craiova

Europa League: chi è il Craiova, avversario del Milan

A distanza di tre anni il Milan, vero protagonista di questa sessione di calciomercato, può …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi