Home / Main slider / Masters Under 21 di tennis a Milano: un milione e mezzo di euro per evitare un flop annunciato

Masters Under 21 di tennis a Milano: un milione e mezzo di euro per evitare un flop annunciato

Il Masters Under 21 di tennis si disputerà a Milano, ma nonostante un montepremi da un milione e mezzo di euro l’ipotesi di flop è dietro l’angolo. I motivi sono molteplici, ma alla base di tutto c’è ovviamente il problema che, da sempre, tiene legato questo sport alla piazza milanese.

Masters Under 21 a Milano, tutte le novità

Il torneo vedrà al via i migliori otto Under 21 del mondo nel 2017 e si disputerà a Milano per cinque anni. Nel 2017 si disputerà nella settimana prima delle ATP Finals, da mercoledì 8 a domenica 12 novembre. I dettagli del torneo non sono ancora noti, ma è assai probabile che la formula possa essere simile se non uguale a quella del Masters ATP, il torneo degli otto grandi. La federazione tennis italiana (FIT) ha presentato la propria candidatura offrendo ampie garanzie e coperture finanziarie all’ATP. Senza dimenticare che Milano ha due aeroporti, Malpensa e Linate, che la rendono facilmentr raggiungibile e che, comunque, è una città dal respiro internazionale.

Un montepremi interessante

Il montepremi del torneo sarà di un milione e mezzo di euro. Quasi scontata l’assenza della manifestazione di doppio, si ragiona se dare spazio a qualche big per qualche torneo di esibizione a margine con scopi benefici. A Milano l’ATP garantirà una copertura televisiva di un certo livello. Ma la domanda sorge spontanea: dove si disputerà il torneo? Il Forum di Assago, con i suoi 12.000 posti, è troppo grande. Il Palalido non c’è (ci sarà?), non resta che pensare a Basiglio, ad esempio. Perché la FIT punta su impianti non oltre le 3.500 persone.

Milano non risponde

C’è da dire, però, che qui casca l’asino. Mancano le strutture, ma manca anche la spirito. Milano sembra addormentata, la risposta è stata molto timida. L’entusiasmo non c’è, come non c’è mai stato per il tennis. Certo, sponsor internazionali preferiscono Milano, ma con un palazzetto semi deserto non si rischia la figuraccia?

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Olimpia Milano, G4 SF Playoff, Trento scrive la storia è 1-3

Altra sconfitta per le scarpette rosse e serie che si porta sul 3- 1 per …

Europeo di softball 2017 a Bollate

Europeo di Softball 2017: la presentazione ufficiale, info, orari e campi di gioco

Presentazione ufficiale, presso la Sala Consiliare del comune di Bollate, per Europeo di Softball 2017. …

Donatello-Perrulli-boxe-pugilato

Boxe: Donatello Perrulli, la prima da professionista e l’addio alle Olimpiadi

Ha origini lucane, è di Cinisello Balsamo, fa il pugile ma non è Roberto Cammarelle, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi