Home / Main slider / Donne Sport di Bracco: il trionfo di Martina Rabbolini

Donne Sport di Bracco: il trionfo di Martina Rabbolini

Premiare il talento sportivo, ma anche la perseveranza nel raggiungere i risultati di tutti i giorni. Quelli che fanno da contorno alla vita di tutti noi, tra libri di scuola ed esami da dover sostenere. La quarta edizione del premio Donna Sport è andata in archivio con l’avallo di due angeli custodi d’eccezione come Alex Zanardi e Fiona May, che assieme alla presidente del Gruppo Bracco, Diana Bracco, hanno premiano le atlete italiane più brave a scuola.

Donne Sport, premiata Martina Rabbolini

Quelle che ai risultati sportivi affiancano anche quelli scolastici, in un connubio che tutti i genitori sognano. E dunque ecco che il primo premio va, ex aequo, a Loredana Spera e Ayomide Folorunso: la prima, 21 anni di Barletta, è specialista nel Tiro con l’arco; la seconda, 20enne di Fidenza, eccelle nell’Atletica leggera.

Ipovedente, ma di successo

Ma il premio più bello e toccante è stato quello per Martina Rabbolini, che ha fatto suo il riconoscimento per la ragazza che oltre ad andare bene a scuola, fa attività nel mondo paralimpico; e dunque spazio alla 18enne di Villa Cortese, reduce dal successo nello scorso weekend nel trofeo Città di Tradate ma soprattutto della partecipazione alle ultime paralimpiadi di Rio de Janeiro: “Il sogno rimane Tokyo 2020 – ha precisato l’attuale detentrice del record assoluto sui 100 rana – ma prima ci saranno molte tappe intermedie da affrontare”. Quarta agli Europei 2014, settima ai Mondiali 2015, Martina è stata promossa con la media del 7,56, al quinto anno del liceo linguistico di Arconate: “Ricevere questo premio è importantissimo – prosegue ancora Martina, classe 1998 – andare bene sia a scuola che nello sport fa crescere e ci permette di prepararci a quello che ci aspetta poi nel futuro. Perché saper conciliare il tutto serve per imparare a conciliare a sua volta ciò che può accadere nel mondo del lavoro”. Un premio ricevuto per mano di Alex Zanardi: “Fantastico – ha concluso ancora la Rabbolini – eravamo insieme a Casa Italia e volevo salutarti, ma c’era un tale caos… Obiettivi? Voglio continuare a studiare e iscrivermi alla facoltà di psicologia, per specializzarmi in psicologia dello sport”.

Tutte le altre premiate

Assieme alla Rabbolini sono state premiate anche altre atlete che vincono a scuola e in gara, sono giovani e brillanti ma sanno già assumersi responsabilità. Oltre alle già citate Spera e Folorunso, premiate anche Teresa Isotta 17 anni di Armeno (NO) nel Canottaggio e Beatrice Malagodi 21 anni di Roma nel Judo. Il preio “Giovani & Sport” è andato invece a Erica Monfardini (Bracco Atletica), che ha preceduto nell’ordine Daniela Tassano (anche lei Bracco Atletica) e Michela Lazzari (Pro Patria Pallavolo).

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Ufficio Stampa Revivre Milano

Revivre Milano: ko con Latina, stagione finita

La Revivre Milano delude a Latina (sconfitta 3-1). La Top Volley avanza, Milano finisce la …

Tennistavolo: Serie A2, il Villa d’Oro sottrae il primo punto al Milano Sport

Nella quinta giornata di ritorno ha perso il primo punto stagionale il Milano Sport Tennistavolo …

Olimpia Milano, Euroleague, sconfitta ad OAKA

Una EA7 in emergenza perde contro il Panathinaikos allungando la sua striscia di sconfitte esterne. …

Rispondi

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi