Home / Altri sport / Bebe Vio compleanno: la campionessa paralimpica compie 20 anni
Bebe Vio compleanno

Bebe Vio compleanno: la campionessa paralimpica compie 20 anni

Bebe Vio, campionessa paralimpica di schermo che si è distinta a Rio la scorsa estate, festeggia oggi il suo ventesimo compleanno. La ragazza sarà ospite al Friuli domenica in occasione di Udinese-Juventus.

Bebe Vio compleanno: una giovane coraggiosa

Saranno in tanti oggi a voler festeggiare oggi il ventesimo compleanno di Bebe Vio, un traguardo importante per ogni ragazza. Per lei la soddisfazione è però ancora più forte, in considerazione delle diverse difficoltà vissute da bambina. Nel 2008, infatti, quando aveva solo undici anni, Beatrice (questo il suo nome integrale) viene colpita da meningite fulminante. La piccola riesce a guarire. ma diventa indispensabile l’amputazione di braccia e gambe.

Nonostante la sua disabilità, è lei stessa in molte occasioni a dare coraggio a chi le sta vicino. Proprio il suo temperamento è stato determinante per riuscire a raggiungere gli importanti risultati ottenuti nella sua carriera sportiva. Negli ultimi tempi è stata lei stessa a invitare gli italiani a vaccinarsi. Ancora oggi è il mezzo più efficace per non contrarre la meningite.

Bebe Vio: i risultati più importanti

La piccola Bebe è stato un vero simbolo alle Paralimpiadi di Rio 2016. La sua determinazione, infatti, non l’ha mai abbandonata e le ha permesso di ottenere vittorie di rilievo. In Brasile è riuscita a conquistare la medaglia d’oro nella prova individuale battendo in finale la cinese Zhou Jingjing.

Il suo palmares è però ben più ricco: 5 campionati italiani (2012, 2013, 2014, 2015, 2016), 2 campionati europei individuali (2014, 2016) e campionato europeo a squadre (2014). Non mancano nemmeno 1 oro paralimpico individuale (2016), 1 bronzo paralimpico a squadre (2016) e 3 campionati mondiali (2014, 2015, 2016).

Poche settimane dopo è inoltre riuscita a incontrare l’ex presidente americano Barack Obama. Il momento è stato suggellato con tanto di selfie.

Il 2016 resterà quindi sempre nel suo cuore: “Ho fatto la maturità, ho partecipato alle Paralimpiadi di Rio, ho scattato un selfie con Barack Obama: ci sono stati moltissimi momenti indimenticabili  – ha raccontato a Eurosport -. Direi che selezionarne solo uno non sarebbe proprio possibile. E’ stato un anno che ricorderò per sempre. Mi capita spesso di essere fermata per strada magari per un selfie ma il mio rapporto con la gente non è assolutamente cambiato, mi fa piacere restare a parlare con le persone e conoscere le loro storie. La Bebe di un anno fa non avrebbe nemmeno immaginato di poter essere invitata ad una cena di Gala alla Casa Bianca e soprattutto di riuscire a fare un selfie con Obama!”.

Bebe Vio: il rimpianto della famiglia

I risultati sportivi e personali ottenuti da Bebe Vio sono la dimostrazione di come sia possibile andare oltre una grave malattia. A distanza di tempo, però, il papà non può che avvertire un senso di colpa: “A dieci anni aveva fatto la profilassi contro la meningite di tipo A – aveva riferito tempo fa a Qn –. Allora i sanitari ci dissero che era troppo piccola per sottoporla alla vaccinazione contro la B. Per loro era meglio aspettare che compisse i quattordici anni. Noi ci siamo fidati, d’altronde erano degli specialisti. Purtroppo ci siamo sbagliati: praticamente dodici mesi dopo mia figlia ha contratto il batterio” .

Ora Bebe è uno dei cinque testimonial mondiali, uno per Continente, per la campagna di sensibilizzazione a favore dei vaccini contro la meningite.

About Ilaria Macchi

Check Also

Arianna Errigo: terzo posto al Grand Prix FIE di Torino

Ha fatto vedere ancora una volta di che pasta è fatta Arianna Errigo. Al Grand …

Regione Lombardia: oratori e giovani, i nuovi fondi

Approvata la delibera che attua, per la quarta volta, azioni a favore degli oratori e …

Elena Bertocchi: al raduno per gli atleti di interesse nazionale a Roma

Convocata Elena Bertocchi tra gli atleti italiani di interesse nazionale. Un altro importante riconoscimento per …

Rispondi

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi