Judo, https://pixabay.com/photo-2121640/

I migliori judoka di tutta la Lombardia, di categoria Juniores, tornano a sfidarsi per il titolo regionale e per strappare un ticket di accesso dalle finali nazionali. Sabato 1 aprile a Ciserano (BG) presso il Palasport di via Cabina 5, vanno in scena le finali regionali valide come qualificazione ai campionati italiani Juniores di judo: i migliori atleti, tesserati in società della Lombardia, si sfideranno per entrare di diritto tra i finalisti nazionali.

Finali di judo, si va ai nazionali

Durante la giornata combatteranno tutti gli atleti di categoria Juniores (da 18 a 20 anni) graduati cintura marrone e nera, con l’inclusione dei soli Cadetti (da 15 a 17 anni) graduati cintura nera. Le categorie che prenderanno parte alla fase di qualificazione saranno le seguenti: Femminili: 44kg; 48kg; 52kg; 57kg; 63kg; 70kg; 78kg; +78.
Maschili: 55kg; 60kg; 66kg; 73kg; 81kg; 90kg; 100kg; +100kg.

Obiettivo Ostia

I vincitori di ogni gara saranno i nuovi campioni regionali Juniores 2017 e guadagneranno il diritto di accedere alla fase finale del Campionato Italiano Juniores che si terrà al Pala Pellicone, Lido di Ostia (Roma), il 6 e 7 maggio 2017. Inoltre, alle finali tricolori sono qualificati di diritto sia gli atleti che occupano le prime caselle del ranking nazionale, sia quelli che nell’edizione 2016 erano andati a medaglia. I nomi dei judoka lombardi ammessi di diritto sono riportati nell’allegato.

Il calendario delle gare

Ecco il calendario delle gare dell’1 aprile:

  • Dalle 13:00 alle 14:00 – Tutte le categorie femminili
  • Dalle 13:00 alle 14:00 – 55 kg; 60 kg maschili
  • Dalle 14:00 alle 15:00 – 66 kg; 73 kg; 81 kg maschili
  • Dalle 15:00 alle 16:00 – 90 kg; 100 kg; +100 kg maschili
Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.