Home / Uncategorized / Maria Sharapova: i 30 anni della bambina prodigio del tennis
Maria Sharapova

Maria Sharapova: i 30 anni della bambina prodigio del tennis

Sembra ieri, ma sono ormai passati diversi anni dal debutto sui campi da tennis di Maria Sharapova. La sportiva russa proprio oggi 30 anni e si appresta a tornare dopo la lunga squalifica.

Maria Sharapova: un talento in erba

Maria Sharapova aveva solo 7 anni quando viene portata dal papà negli Stati Uniti per frequentare l’accademia di tennis di Nick Bollettieri a Bradenton. L’esordio nel circuito WTA avviene quando era ancora giovanissima, nel 2002. Un’operazione resa possibile grazie a una wild card ottenuta a indian Wells.

In carriera ha vinto 35 tornei in singolare, tra cui tutti i tornei del Grande Slam (due volte a Parigi), le WTA Finals nel 2004 e 12 tornei “Premier” (terza in assoluto per numero di titoli vinti). Non sono mancati nemmeno tre titoli di doppio. È la terza giocatrice in attività per numero di titoli vinti in singolare, dietro a Serena e Venus Williams.

Nel 2012 è inoltre arrivata la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra, l’unica finora disputata. Negli anni la tennista si è fatta apprezzare per uno stile di gioco aggressivo.

Maria Sharapova: il ritorno sui campi è vicino

Scontata la squalifica per doping, la Sharapova si prepara a ritornare sui campi. La russa non vede l’ora, come ha raccontato a “Le Parisien”: “È fantastico avere di nuovo uno scopo legato alle gare e ritrovare questo ambiente. Per una anno mi sono fissata l’unico obiettivo di rimanere in forma fisicamente poiché ciò mi avrebbe resa più forte mentalmente. Il mio staff voleva assicurarsi che mi mantenessi in forma. il mio preparatore atletico mi ha inviato una bilancia. Una di quelle che misurano il peso della massa dei grassi! Che orrore! (ride) Ogni mattina salivo su quell’affare, facevo una foto e gliela mandavo”.

Paradossalmente non poter gareggiare è servito a dare a Maria maggiore fiducia in se stessa: “A volte ho avuto paura. Non sapevo cosa avrei provato senza questo lavoro che faccio da quando sono bambina. Ma, di colpo, mi è stato tolto. Ho temuto la stessa cosa anche all’occasione dell’operazione alla spalla nel 2008, quando la mia carriera era minacciata. All’epoca ho temuto che tutto fosse finito per sempre. Ma di quel periodo ho serbato una grande convinzione: nei momenti difficili riusciamo a costruire tanta forza interiore, anche senza rendercene conto. E questa forza prima poi vi salverà nelle difficoltà successive. Questa volta, rimanere lontana dai campi mi ha dato fiducia. Ormai so che un giorno sarò contenta della mia vita anche fuori dal campo”.

Maria Sharapova: in un libro i suoi segreti

Il 30esimo compleanno è certamente un traguardo importante per una donna, ma per una sportiva diventa quasi naturale fare un breve bilancio. Lo ha voluto fare anche Maria Sharapova con la sua autobiografia dal titolo “inarrestabile: la mia vita finora”. In atteso dell’arrivo nelle librerie, previsto il prossimo 12 settembre, la russa ha spiegato come sia nato il progetto.

“In parte per raccontare la mia storia e per far si che venga capita, ma soprattutto perché la mia infanzia è un mistero anche per me – ha spiegato Sharapova – Mi faccio sempre le stesse domande: come ho fatto ad arrivare fin qui? Cosa è andato giusto, cosa sbagliato? Come ho detto, se sono conosciuta per una cosa, è la determinazione e la mia capacità di andare avanti anche quando le cose vanno male. La gente vuole sapere da dove viene questa qualità e come averla anche loro. Non l’ho mai capito fino in fondo. In parte perché chi lo sa? Se la guardi in maniera troppo profonda, forse la distruggi. È la mia vita e voglio raccontarla”.

Nel testo i fan potranno quindi scoprire alcuni aspetti segreti del suo carattere: “Parlo ai giornalisti ma non dico mai tutto quello che so. Forse è giunta l’ora di essere aperta a più domande, di dare un senso alla mia vita e di raccontare le mie prime origini. Spero che le persone imparino dalla mia storia fatta di sacrifici e di rinunce. Ma è anche la storia di una ragazza e di suo padre impegnati in una folle avventura.”

 

About Ilaria Macchi

Check Also

Olimpia Milano, Euroleague, sconfitta interna contro il Fenerbahce

Altra sconfitta che lascia un buon sapore in casa Olimpia Milano. Gli uomini di coach …

Olimpia Milano, LBA, che fatica la prima in casa

Vittoria sofferta nel debutto casalingo per l' Olimpia Milano. Gli uomini di coach Pianigiani riescono …

Stagione 2017-2018: tutte le partite dell’Inter

Inizio in salita per la nuova Inter di Luciano Spalletti, che alla prima giornata affronterà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi