Home / Calcio / Altro Calcio / Finale Champions League 2017: come raggiungere Cardiff spendendo poco
allegri
Massimiliano Allegri (Foto da Twitter @OfficialAllegri)

Finale Champions League 2017: come raggiungere Cardiff spendendo poco

Ecco dei consigli pratici per andare a Cardiff a vedere la finale Champions League 2017 Juventus-Real Madrid spendendo poco. Sono passati quasi due anni dall’ultima volta che la Juventus ha visto sfumare la possibilità di riportare a casa, dopo più di vent’anni, la Uefa Champions League, il tanto ambito trofeo che vede il club vincitore salire sul tetto d’Europa. A distanza di quasi 24 mesi, sulla strada bianconera c’è ancora una spagnola, ma questa volta la Vecchia Signora dovrà vedersela con le merengues, guidati della ex gloria bianconera Zinedine Zidane. Il tappeto verde, dove alle 20.45 del 3 giugno 2017 lo spettacolo andrà in scena, è il Millennium Stadium nella splendida capitale del Galles, Cardiff.

Dopo la vittoria casalinga contro il Monaco, i tifosi juventini sono in fibrillazione e chi – per scaramanzia – non aveva ancora organizzato la propria trasferta è ora alla ricerca delle più convenienti (o meno dispendiose) soluzioni alternative per raggiungere la città che sarà palcoscenico della più attesa delle sfide.

Raggiungere Cardiff evitando prezzi stellari

I prezzi dei pochissimi voli rimasti disponibili su Cardiff sono alle stelle. Ecco dunque da Volagratis.com due possibili alternative:

  1. Volo su Londra+ treno (la capitale dista circa 2 ore da Cardiff. Biglietti a/r nelle 24 ore, da/per tutte le stazioni di Londra e Cardiff a partire da 90 € circa su National Rail Enquires
  2. Volo su Birmingham+ treno (anche in questo caso il tempo di percorrenza è di circa 2 ore). Biglietti a/r nelle 24 ore, da/per tutte le stazioni di Birmingham e Cardiff a partire da 68€ circa su National Rail Enquires

Bar e pub dove vedere la partita in mancanza di biglietto

Per chi non ha un biglietto per lo stadio o per quanti vogliono respirare il clima pre e post partita nei migliori locali sportivi della città:

  • The Bunker – 60-61 Saint Mary Street, CF10 1F

The Bunker è uno sprt bar ad appena tre minuti a piedi dalla stazione centrale di Cardiff. Punto di raduno dei tifosi prima, durante e dopo la partita

  • The Three Rivers – Greyfriar’s Road, CF10 3AD

Basta sapere una cosa, il The Three Rivers offre una pinta di birra artigianale ogni volta che si acquista un hamburger

  • The Cayo Arms – 36 Cathedral Road, CF11 9LL

The Cayo Arms è a pochi passi dal centro città, oltre a servire del buon cibo, trasmette tutti i giorni partite sui suoi numerosi televisori.

  • Owain Glyndwr – 10 St John’s Street, CF10 1GL

Appena dietro il Cardiff Castle, è famoso perché tradizionalmente ha sempre trasmesso sport ed essere frequentato da tifosi pronti ad intonare le note della propria squadra del cuore.

  • The Queen’s Vaults – 29 Westgate Street, CF10 1EH

The Queen’s Vaults, che dista 10 minuti a piedi da Queen Street Station, combina birra economica, sport live, biliardo e freccette.

I 10 consigli su cosa NON fare nel Regno Unito 

Il Galles appartiene alla Gran Bretagna e si sa, “paese che vai, regole che trovi” e in territorio inglese ci sono alcuni comportamenti che tutti i visitatori dovrebbero conoscere per evitare di incappare in spiacevoli inconvenienti! Per questo Volagratis.com ha stilato una Top 10 dei “don’ts” da tenere a portata di mano con il passaporto prima di atterrare in Gran Bretagna!

  1. Imitare l’accento britannico
  2. Dare due baci come saluto
  3. Saltare la fila
  4. Pronunciare “fanny” invece che “funny”
  5. Orinare in strada
  6. Riferirsi a tutto il paese come “Inghilterra”
  7. Essere in ritardo
  8. Offendere la Famiglia Reale
  9. Confondere la cultura americana con quella inglese
  10. Dimenticare l’adattatore

Cosa vedere prima e dopo il match

Per chi invece vorrà sfruttare al meglio la propria permanenza a Cardiff visto che le date coincidono con il ponte del 2 giugno, Volagratis.com ha realizzato un video ad hoc con alcuni suggerimenti su cosa vedere nella capitale gallese in 48 ore, approfittando delle poche ore o giorni disponibili per scoprire una città ricca di monumenti.

  1. Cathedral Road, una delle strade vittoriane più belle del mondo.
  2. Cardiff Castle, fu realizzato dai Normanni nel 1081 sui resti di un forte romano.
  3. City Hall, adiacente al castello, il municipio è stato costruito in stile rinascimentale inglese ed inaugurato nel 1906.
  4. Animal Wall, costruito tra il 1890 e il 1931, e situato tra il River Taff e il Castello, ospita 15 sculture di animali, alcune di queste piuttosto inquietanti.
  5. High Street/St Mary Street, questa strada, che parte dall’ingresso del Castello, attraversa la città tra le facciate colorate di case vittoriane, negozi e pub.
  6. Arcade, immerso nella città, vanta sei gallerie vittoriane ricche di negozi, bar e ristorantini.
  7. Saint John the Baptist Church, in stile gotico, fu fondata dai monaci benedettini nel lontano 1180.
  8. Millennium Stadium, che sfoggerà tutto il suo splendore la notte di sabato 3 giugno, con i suoi 74.500 posti a sedere, è famoso in tutto il mondo per essere sede della nazionale di Rugby del Galles.
  9. Bute Park, ampi parchi e boschi che costeggiano il Castello e il River Taff, perfetto per una passeggiata e per rilassarsi dopo le forti emozioni del match.
  10. Cardiff Bay, questa volta a pochi km dal centro, ma raggiungibile in treno da Queen Street Station o con il battello da Bute Park, ospita l’edificio in vetro e il tetto ondeggiante sede del Parlamento.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Aics Olmi, foto Facebook

Aics Olmi in fiamme: le promesse non mantenute di Comune e Milan

L’Aics Olmi di Milano risorge dalle macerie. Era il 21 dicembre scorso quando, alle 4 …

Antonio Cassano

Antonio Cassano: 35 anni vissuti in un’altalena tra talento e pazzia

Antonio Cassano, uno dei talenti migliori del calcio italiano che non è però mai riuscito …

mondiali di calcio

Mondiali di calcio: tutte le finali vinte e perse dall’Italia

Trentacinque anni fa l’Italia vinceva il Mondiale per la terza volta nell’edizione giocata in Spagna. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi