Home / Calcio / Atalanta-Milan: Montolivo, ritorno non convincente
(foto da: Ufficio Stampa A.C Milan)

Atalanta-Milan: Montolivo, ritorno non convincente

Un ritorno atteso per mille motivi. Perché l’infortunio era stato grave, perché la mancanza di un giocatore così si è sentita molto. E perché, in fin dei conti, il suo ko ha colpito tutti, milanisti e non. E tornare proprio in quella Bergamo che gli aveva dato i natali calcistici è stato sicuramente qualcosa di ancora più dolce.

Milan, il ritorno di Riccardo Montolivo

E pensare che il ritorno di Riccardo Montolivo dal primo minuto è cominciato con una… pallonata. Involontaria, s’intende, ma quel gesto per nulla voluto da parte del compagno di squadra Cristian Zapata nel prepartita è servito per smorzare la tensione. Un abbraccio, tante risate. In un momento della stagione difficile e triste per i colori rossoneri. Lui, intanto, torna titolare e con la fascia da capitano al braccio rubata legittimamente a Mattia De Sciglio cerca di dirigere come può la squadra. Il ritmo, però, è lento. La squadra ha poca geometria. Serve tempo per tornare a regime, quel tempo che il Milan ormai non ha mancando solo 180′ alla fine del campionato.

Sette mesi fa l’infortunio con Sergio Ramos

L’infortunio sette mesi fa: rottura del legamento crociato in uno scontro con Sergio Ramos durante Italia-Spagna. Qualcuno aveva messo in discussione addirittura la sua carriera. Ora il ritorno di Riccardo Montolivo, 28 partite e una dirigenza dopo. Il capitano rossonero era da tre giornate in panchina con la prima squadra, ma aveva già testato l’affidabilità del suo ginocchio il 14 aprile giocando da titolare con la Primavera di Nava nel 6-1 al Vicenza. “Sto bene, il ginocchio risponde bene per ora, quindi sono contento”, aveva detto. Ora, ad un mese di distanza, il ritorno in una gara fondamentale per la stagione rossonera. Per Montella un’arma in più in queste ultime partite che restano. Per il numero 18 rossonero la concreta possibilità di ripartire. Di nuovo. Con una nuova proprietà ma un Milan ancora vecchio.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

elena bertocchi

Elena Bertocchi: la nuova Cagnotto da Milano alla conquista del mondo

Elena Bertocchi: Tania Cagnotto ha già trovato la sua erede. Nata a Milano il 19 …

Donnarumma e Romagnoli

Donnarumma: i tifosi ‘Resta con noi e lascia Raiola’

I tifosi milanisti tendono la mano a Gianluigi Donnarumma. Con una lettera, dichiarano il loro …

Serginho compleanno

Serginho compleanno: talento brasiliano al servizio del Milan

Serginho, uno dei giocatori più determinanti del Milan targato Carlo Ancelotti, festeggia oggi il 46esimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi