Home / Calcio / Altro Calcio / Livorno-Renate: cronaca, commento e tabellino
Pallone in un campo da calcio, foto Pixabay

Livorno-Renate: cronaca, commento e tabellino

Due palle inattive costano l’eliminazione al Renate. Ospitate dal Livorno, le pantere combattono su ogni pallone, ma salutano i playoff.

Primo tempo

Quasi 5.000 persone all’Ardenza per il primo atto della postseason, ma il Renate non si fa impressionare e, nei primi 10’, pur concedendo campo agli amaranto, non corrono il minimo rischio. Al secondo tiro dalla bandierina però, il Livorno passa. Sulla velenosa parabola di Giandonato, Cincilla smanaccia sul secondo palo, dove Maritato in “estirada” trova il varco giusto per far esplodere la curva. Il colpo subito è di quelli pesanti, ma i ragazzi di Luciano Foschi, ancora una volta tirano fuori coraggio ed intraprendenza. Il primo segnale arriva da capitan Scaccabarozzi, che dal limite sibila la traversa con un gran sinistro a giro. L’inerzia del match cambia padrone, ed ora è il Renate a fare la partita con buona qualità nella costruzione di gioco. L’insistenza viene premiata a pochi passi dalla mezzora. Splendido il “dai e vai” tra Napoli e Florian, con il 20 nerazzurro che non trema davanti a Mazzoni e ripristina la parità iniziale. Nel momento migliore, ancora un calcio piazzato condanna le pantere. Venitucci si conquista un dubbio fallo all’altezza della panchina labronica, Giandonato scodella alla perfezione nel cuore dell’area per la testa di Borghese, che fa 2-1.

Secondo tempo

Nei secondi 45’ serve un autentico miracolo per ribaltare la sfida. L’approccio alla seconda parte di gara è corretto sin dal principio, e solo un gran salvataggio di Borghese nega la gioia del gol a Florian, che aveva trovato lo spazio per colpire a botta sicura. All’8’ la doppia occasionissima per acciuffare il 2-2. Mazzoni è superlativo sul tocco sotto di Palma da pochi passi, sullo sviluppo del’azione, Scacca fa schizzare il pallone sulla riga di porta, ma in qualche modo la retroguardia di casa si salva.La gara resta godibilissima, con il Renate a provarci ed il Livorno (non a caso la miglior retroguardia del girone A…) a stringere i denti, a protezione del prezioso vantaggio. Con il passare dei minuti diventa sempre più chiaro che l’impresa non può trasformarsi in realtà, la certezza arriva al 44’, quando Florian viene clamorosamente steso in area di rigore. Troppo netto per non essere visto, ma tant è. Dopo 360’’ di extra time Zanonato decreta la fine dell’incontro, ed anche della stagione nerazzurra.

Tabellino

LIVORNO – RENATE 2-1
LIVORNO (4-3-1-2): Mazzoni; Toninelli, Borghese, Gonnelli, Lambrughi; Luci, Giandonato (24’ st Marchi), Valiani; Venitucci (36’ st Calil); Vantaggiato, Maritato (18’ st Murilo). A disposizione: Vono, Romboli, Morelli, Franco, Ferchichi, Gemmi, Galli, Dell’Agnello.
RENATE (4-3-3): Cincilla; Anghileri, Di Gennaro, Teso, Vannucci (41’ st Malgrati); Palma (34’ st Dragoni), Pavan, Scaccabarozzi; Mora (12’ st Santi), Florian, Napoli. A disposizione: Merelli, Schettino, Graziano, Malgrati, Santi, Giorgi, Savi, Mäkinen. All. Foschi
ARBITRO: Sig. Zanonato di Vicenza (Assistenti: Sig. Macaddino di Pesaro – Sig. Zanardi di Genova. Quarto uomo: Sig. Amabile di Vicenza)
RETI: 13’ Maritato (L), 28’ Napoli (R), 36’ Borghese (L)
NOTE: Giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in perfette condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Valiani, Borghese (L), Napoli, Palma, Di Gennaro (R). Calci d’angolo: 6-4 Livorno. Recupero: 0’ pt + 4’ st. Spettatori: 4500 circa.

About Manuel Magarini

Check Also

Cuneo-Monza: cronaca, commento e tabellino

Balla anche a Cuneo il Monza, che si impone 2-0, confermandosi animale da trasferta. Barzotti …

Giana Erminio-Pordenone: cronaca, commento e tabellino

Alla Giana il primo round del 2° turno play-off. In vantaggio con Bruno, poco prima …

Ufficiale: Luciano Foschi lascia la panchina del Renate

Luciano Foschi non è più l’allenatore del Renate. Ad annunciarlo il club nerazzurro, che dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi