Home / Calcio / Altro Calcio / Ufficiale Renate: Roberto Cevoli è il nuovo allenatore
Logo Renate, Wikipedia

Ufficiale Renate: Roberto Cevoli è il nuovo allenatore

Roberto Cevoli è il nuovo allenatore del Renate. Dopo essersi separato da Luciano Foschi, il club brianzolo si affida ad un tecnico emergente.

Il comunicato

“La società A.C. Renate 1947 S.r.l., in data odierna comunica che il Sig. Roberto Cevoli sarà la guida tecnica del club nerazzurro per la stagione sportiva 2017/2018 – si legge nel comunicato stampa -. Il 48enne tecnico riminese, nella passata stagione ha cominciato sulla panchina albanese del Teuta Durazzo, con cui ha disputato i preliminari di Europa League, per poi vivere una breve esperienza alla Civitanovese in Serie D (Girone F). Nel suo recente passato anche le panchine di Foligno, Monza, Reggina (Primavera) e Vicenza, in qualità di primo assistente dal 2005 al 2008. Al nuovo allenatore nerazzurro va il nostro caloroso benvenuto ed un sincero in bocca al lupo per questo ritorno tra i Pro”.

Una stagione supersonica

Ripetere l’ultima stagione, un obiettivo alquanto ostico. Le pantere nerazzurre hanno chiuso con la storica partecipazione ai play-off, quando in molti li consideravano candidati alla retrocessione. E invece Foschi è riuscito a sfruttare appieno il potenziale della squadra, lanciando giovani di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro. Una squadra che ben si è distinta lungo le 38 giornate di regular-season anche, e soprattutto, grazie alla solidità difensiva. Appena 36 i palloni raccolti nella propria rete dal Renate, la terza squadra meno battuta dell’intero torneo.

Foschi: “Onore al gruppo”

“Il risultato non è facile da commentare, lo spessore del Livorno lo conoscevamo, era difficile competere con squadre di questo tipo – il commento di Foschi dopo la sconfitta nel primo turno play-off a Livorno -. Siamo comunque stati bravi durante l’anno, abbiamo raggiunto un obiettivo storico e ce la siamo giocata su un campo importante: quando sono arrivato in estate sembrava che il gruppo non andasse bene, invece è stata la nostra forza. Io ho solo dovuto gestirli, si sono creati da soli: vanno fatti gli applausi ai miei uomini, anche oggi (ieri, ndr) hanno dimostrato di essere una squadra vera”. Poi un commento sulla gara: “Sul piano del gioco abbiamo dimostrato di saper giocare, torno a ribadire che i miei ragazzi sono stati eccezionali. Gli episodi poi, in partite come questa, fanno la differenza”.

 

About Manuel Magarini

Check Also

Ibrahimovic

Italia-Svezia a San Siro senza Ibrahimovic: “Ho fatto la mia storia in nazionale”

Si avvicina Italia-Svezia che lunedì 13 deciderà chi tra le due squadre parteciperà ai mondiali …

diletta leorra

Da Sky Sport a Radio 105: Diletta Leotta in versione cantante

Segni particolari: quasi 2 milioni di follower su Instagram, una passione per lo sport praticato, …

Fuorigioco: cos’è e in quali sport esiste

È molto probabile che almeno una volta nella vostra vita abbiate posto o vi siate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi