Home / Calcio / Fabio Capello compleanno: il sergente di ferro conquista tutti a suon di vittorie

Fabio Capello compleanno: il sergente di ferro conquista tutti a suon di vittorie

Fabio Capello, uno degli allenatori più vincenti, festeggia oggi il suo 71esimo compleanno. Il tecnico celebrerà la ricorrenza in un modo davvero speciale: l’esordio sulla panchina dello Jiangsu Suning. il suo nuovo club.

Fabio Capello compleanno: ora alla conquista della Cina

Nel corso della sua lunga carriera Capello si è fatto certamente apprezzare per la grinta e la voglia di dare il massimo. Caratteristiche è riuscito a trasmettere appieno ai suoi giocatori. A 71 anni compiuti è quindi pronto a raccogliere una nuova sfida, l’ennesima: risollevare lo Jiangsu Suning. Il tecnico dovrà aiutare il club dei proprietari dell’Inter a migliorare la difficile posizione di classifica.

La formazione asiatica finora è riuscita a ottenere solo una vittoria. La classifica, di conseguenza, è davvero pessima: penultimo posto. Serve quindi un’inversione di rotta il prima possibile. Un ruolino di marcia decisamente diverso rispetto a quello della scorsa stagione. Il team cinese era infatti riuscito a piazzarsi al secondo posto nella Chinese Super League.

Il Mister triestino nel suo nuovo ruolo potrà contare su due collaboratori d’eccezione, Gianluca Zambrotta e Cristian Brocchi. I due giovani allenatori potranno certamente apprendere tanto da un re della panchina come “Don Fabio”. Per festeggiare il compleanno non potrebbe esserci certamente niente di meglio di una vittoria per farsi amare anche in Cina.

Fabio Capello compleanno: una personalità forte per vincere

Capello nasce a Pieris, comune di San Canzian d’Isonzo in provincia di Gorizia, il 18 giugno 1946. Il Friuli, terra di confine, si caratterizza per la presenza di abitanti dallo spirito determinato, caratteristica che non manca certamente la tecnico. Questo gli permetterà di forgiare al meglio i numerosi campioni che ha avuto la possibilità di allenare nel corso della sua carriera.

Da allenatore ha legato il suo nome a città davero importanti, che hanno avuto la possibilità di esultare grazie a lui. Milan, Roma e Juventus, oltre al Real Madrid in Spagna sono riusciti con la sua presenza in panchina a incrementare notevolmente il proprio palmares.

In rossonero fare di meglio è quasi impossibile: quattro scudetti, una Coppa dei Campioni, una Supercoppa Europea e tre Supercoppe italiane. Il 4-0 al Barcellona, che permette al Milan di tornare a salire sul tetto d’Europa è certamente una pietra miliare nella storia del calcio: nonostante le assenze di Costacurta e Baresi la formazione rossonera dà una vera e propria lezione agli spocchiosi catalani.

Anche i tifosi blancos non possono dimenticarlo. Nel 1997, al primo tentativo, conquista la Liga. Per il bis si devono attendere dieci anni esatti, quando a sedere in panchina è ancora lui. ima farà in tempo a trionfare in Serie A altre tre volte. Nel 2001 riuscì a riportare, dopo 18 anni di digiuno, il tricolore in casa della Roma: un regalo per il suo 55° compleanno, festeggiato all’indomani della vittoria del terzo Scudetto giallorosso. Gli altri due campionati, Capello li ha conquistati invece con la Juventus. Questi ultimi successi non sono ricordati dalla giustizia sportiva. ma lui li sente pienamente suoi, come ha ribadito nella sua presentazione in Cina.

Fabio Capello compleanno: grinta al servizio delle Nazionali

Oltre all’esperienza maturata nelle squadre di club il tecnico di Pieris ha avuto anche la possibilità di guidare alcune Nazionali. Nel 2007 viene chiamato dall’Inghilterra, secondo ct straniero dopo Eriksson. Arriverà agli ottavi ai Mondiali del 2010 e porterà l’Inghilterra a qualificarsi per Euro 2012. Il divorzio dalla FA giungerà però prima della spedizione in Polonia e in Ucrain. Motivo scatenante un’intervista in cui polemizzava con la decisione della Federazione di revocare la fascia di capitano a John Terry.

Poco dopo arriverà anche l’incarico alla Russia. Dopo il Mondiale 2014 concluso già nella fase a gruppi – e la diatriba economica con una Federazione in difficoltà nel garantirgli lo stipendio da terzo allenatore più pagato al mondo – anche la seconda avventura da ct si concluderà con le dimissioni nel luglio 2015.

About Ilaria Macchi

Check Also

Cesare Prandelli

Cesare Prandelli: storia di un calciatore divenuto Mister

Cesare Prandelli, ex commissario tecnico della Nazionale, festeggia oggi il suo 60esimo compleanno. Cesare Prandelli: …

Maxime Mbanda, foto Facebook

Maxime Mbanda: Amatori Milano, Zebre e la nazionale… la nostra intervista

Nato a Roma, cresciuto a Milano, ora terza linea internazionale. Mata Maxime Esuite Mbanda è …

Milan-Shkendija

Milan-Shkendija: probabili formazioni e diretta streaming Tv

Archiviata la doppia sfida contro il Craiova, il Milan deve affrontare un altro avversario per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi