Home / Calcio / #ACMSocialDay: una giornata in casa del nuovo Milan

#ACMSocialDay: una giornata in casa del nuovo Milan

#ACMSocialDay

L’#ACMSocialDay, un incontro a Casa Milan tra la società rossonera e tutti coloro che parlano del club sui social network e sul web: giornalisti di testate online, redattori di portali di appassionati e blogger non solo di calcio ma anche dei più svariati settori, dal running al lifestyle. Una mattinata per conoscersi, condividere idee, attività e ricordi della grande storia rossonera ma anche per confrontarsi sui nuovi scenari della comunicazione e su come il calcio e le società stiano cambiando grazie ai social network. La giornata inizia con la visita dedicata del Museo Mondo Milan sotto la preziosa guida di Marco Amato, Curatore del museo e responsabile di Casa Milan

C’è spazio per rivivere i fasti del Milan di qualche anno fa e di ammirare i numerosi trofei esposti in bacheca compresa l’ultima arrivata, la Supercoppa Italiana contro la Juventus. Ma anche e soprattutto di conoscere la storia del club attraverso l’incontro tra rari cimeli storici e le moderne tecnologie interattive: centoquindici stagioni raccontate dalla Galleria dei Campioni alla Sala dei Palloni d’Oro. Senza dimenticare l’esposizione temporanea “Calciatori – figurine in mostra”, un omaggio all’Album Calciatori Panini con la postazione MyPanini che permetterà di scattarsi una foto e stampare la propria figurina in 9 copie.

#ACMSocialDay, il ritorno di Abbiati

#ACMSocialDay vive il suo clou con una sessione di domande e risposte con Christian Abbiati, presentato nel suo nuovo ruolo di club manager. Insieme a lui lo staff del dipartimento Comunicazione, diretto da Fabio Guadagnini. Interpellato dai presenti, il portiere ha lasciato uno spirgalio aperto sulla permanenza di Donnarumma: “Spero che Gigio ci possa ripensare e possa restare al Milan perché è amato da tutti, tutti in società gli vogliono un bene dell’anima e la speranza è che si possa tornare indietro, le porte il Milan a Gigio non le chiuderà mai”.

Durante l’#ACMSocialDay, l’ex portiere ha poi fatto riferimento all’importanza di trasmettere i valori del Milan: “Io ho avuto la fortuna di avere gente come Maldini, Albertini e Costacurta, che avevano vinto già molto: la cosa che mi piace è che ogni giocatore quando arriva visiti già il museo per vivere la storia rossonera, dobbiamo saper trasmettere il valore di questa maglia”. Valori che poi devono anche appartenere ai giocatori: “Devono essere tutti professionisti: significa mangiare bene e avere una vita regolare, allenandosi sempre al 100%. Discutevo sempre negli ultimi anni coi miei compagni sul fatto che ci si debba allenare sempre al massimo anche quando non giochi, questo vuol dire essere professionisti e bisogna sempre mettere in difficoltà il mister”.

#ACMSocialDay, il discorso di Fassone

In mezzo anche un’improvvisata di Marco Fassone, amministratore delegato del club rossonei, che ha voluto sottolineare la vicinanza del club a chi fa comunicazione in ambito digital: “Ho imparato a capire e conoscere la linea che vogliamo dare anche dal punto di vista comunicativo – ha spiegato Fassone –. E’ anche grazie a voi se il nostro messaggio arriva a una moltitudine di persone che forse prima non riuscivamo a raggiungere. Il nostro pensiero arriva diretto a voi e ai tifosi. Abbiamo apprezzamento per il lavoro che fate. Vi ringrazio per il supporto di questa crescita, nascita di nuovo Milan. Christian è un altro segnale, mattone, del nostro lavoro portando un esempio del passato. Sono felice sia tornato a casa sua”.

 

About paolosperati

Check Also

Lazio-Milan

Lazio-Milan: probabili formazioni e diretta streaming Tv

Sta per iniziare un vero e proprio tour de force per il Milan, che da …

Ruud Gullit

Ruud Gullit: la storia di un mito

Ruud Gullit, uno dei giocatori più importanti nella storia del calcio, festeggia oggi il suo …

Milan in Europa League

Milan in Europa League: come fare l’abbonamento

Dopo avere eliminato Craiova e Shkendija nei turni preliminari, ai avvicina il momento dell'esordio del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi