Home / Main slider / Paolo Maldini compleanno: classe e amore per il Milan per una delle ultime bandiere
Paolo Maldini compleanno

Paolo Maldini compleanno: classe e amore per il Milan per una delle ultime bandiere

Paolo Maldini, una delle ultime bandiere del nostro calcio, festeggia oggi il 49esimo compleanno. Il suo nome è indissolubilmente legato al Milan e sono in tanti ad augurarsi un giorno di vederlo nelle vesti di dirigente.

 

Paolo Maldini compleanno: vittorie e carisma da campione

Il destino di Paolo Maldini, figlio del grande Cesare, il primo capitano del Milan a conquistare la Coppa dei Campioni, sembra segnato. Il calcio è nel suo DNA. Così sin da giovanissimo inizia a muovere i primi passi nel settore giovanile rossonero.

Il debutto in prima squadra arriva il 20 gennaio 1985 in trasferta a Udine. A puntare su di lui è l’indimenticato Nils Liedholm. Sin da subito i cultori intravedono una grande somiglianza con il papà. Non solo la volontà di giocare in difesa. Sue caratteristiche distintive sono eleganza, correttezza e trattamento di palla, sempre portata a testa alta.

Il numero 3 è parte del Milan degli “Invincibili”, che è entrato di diritto nella storia del calcio.

A parlare per lui è il palmares, davvero da brivisi: 5 Coppe dei Campioni, 7 Scudetti, 3 Coppe Intercontinentali, 5 Supercoppe Italiane, 5 Supercoppe Europee e una Coppa Italia. Al momento del suo addio la sua maglia è stata ritirata nella speranza che possa essere indossata da uno dei figli.

Paolo Maldini compleanno: un addio malinconico

L’unico rimpianto nella straordinaria carriera di Maldini risale certamente al suo addio. Il capitano lascia al termine della stagione 2008-2009 (l’ultima di Ancelotti). Con 902 partite e 33 gol segnati è il giocatore con il maggio numero di presenze nella storia del Milan.

In Serie A detiene il record assoluto di 647 incontri disputati arricchiti da 29 reti. Nella sfida del 31 maggio 2009 contro la Fiorentina (vittoria del Milan per 2-0), Maldini è omaggiato da tutto lo stadio Franchi. La standing ovation è il giusto riconoscimento ad una carriera inimitabile. Ovunque è andato è sempre stato applaudito e rispettato. È stato uno dei pochi giocatori a essere apprezzato da tutti gli appassionati. Indipendentemente dai colori del tifo.

Lo stesso tributo non gli è stato però concesso in occasione della sua ultima partita a San Siro, il 24 maggio 2009. Al termine della gara, giocata contro il Roma, il difensoe saluta i tifosi, ma una minoranza di loro, in curva, lo contesta. Un gesto certamente inaccettabile per chi ha sempre dato tutto per la maglia. Il resto dello stadio, però, fortunatamente lo ha applaudito con commozione.

La dinastia continua

Pochi giorni fa Daniel Maldini, secondogenito di Paolo, attaccante del Milan Under 16, ha conquistato il suo primo trofeo. La formazione, guidata da Mister Lupi, ha infatti conquistato lo scudetto battendo la Roma nella finale playoff per 5-2. Una gara davvero esaltante in cui i rossoneri già dopo mezz’ora erano in vantaggio per 3-0. Poi il tentativo di rimonta dei giallorossi fino al 3-2. Nel finale le altre due reti della squadra milanista per suggellare un successo che dimostra il buon lavoro fatto dal settore giovanile capeggiato da Filippo Galli.

Per i nostalgici legati all’indimenticato numero 3 il successo è la dimostrazione del legame indissolubile tra Maldini e il calcio. Al momento il primogenito del capitano, Christian, oggi 21enne, non ha avuto altrettanta fortuna nella sua esperienza nel vivaio milanista, ma c’è chi ci spera ancora.

La nuova avventura nel tennis

In attesa di capire se Paolo si legherà ancora al Milan con un ruolo dirigenziale, Maldini ha da poco iniziato una nuova avventura molto particolare. L’ex capitano ha infatti ottenuto una wild card che gli consentirà di giocare con i tennisti professionisti proprio nel giorno del suo compleanno.

L’ex calciatore sarà nell’Aspria Harbour club, a Milano, per partecipare alla 12/a edizione dell’Aspria Tennis Cup, Trofeo Bcs e storica competizione Atp Challenger.Nella sfida parteciperà in doppio con il suo maestro-coach Stefano Landonio, 45 anni, ex ottimo giocatore, che oggi lavora nell’Aspria Harbour club.

About Ilaria Macchi

Check Also

Jacopo Testa: l’intervista al campione italiano di Windsurf Freestyle

Proviene da Milano il campione nazionale di Windsurf Freestyle 2017: Jacopo Testa. Per lui tre …

Milan campagna abbonamenti 2017-2018

Milan campagna abbonamenti 2017-2018: prezzi invariati rispetto alla scorsa stagione

È partita ufficialmente oggi la campagna abbonamenti 2017-2018 del Milan. Le aspettative dei tifosi, galvanizzati …

Olimpia Milano, ecco l’ ultimo colpo

La pallacanestro Olimpia Milano, annuncia con una nota sul suo sito internet e sulle sue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi