Home / Calcio / Altro Calcio / Memorial Romanò: uno straordinario messaggio sportivo
Briantea84-Fondazione Milan, foto ASD Briantea 1984

Memorial Romanò: uno straordinario messaggio sportivo

Ha trionfato la Rolafer al 22esimo Memorial Romanò, disputato lo scorso week-end a Cimnago. Netto il dominio della formazione canturina, in grade di domare, all’atto conclusivo, i francesi del Losa Le Fayet. Terzo posto per la Fondazione Milan, quarta piazza per l’Arcobaleno Monza.

Cerimonia di inaugurazione

Presenti alla cerimonia di premiazione Oreste Romanò di Rolafer con la moglie Mariarosa e Cristina Romanò, figlia di Dino Romanò. Insieme a loro: il vicesindaco di Lentate sul Seveso Matteo Turconi; l’Assessore allo sport Patrizia Del Pero; l’Assessore alle politiche sociali Marco Boffi e Don Mario. In rappresentanza di Fondazione Milan, Agnese Sala ha annunciato il proseguo della partner con Briantea84 al progetto “WE PLAY – Football School”.

Premi individuali

Oltre ai premi di squadra non sono mancati i riconoscimenti individuali: Marco De Carolis di Rolafer è stato il miglior portiere; Bartolomeo Marino di Fondazione Milan il miglior difensore. A Lele Trezzi dell’Arcobaleno Monza il premio come miglior centrocampista, a Damien Challarel del Losa Le Fayet quello di miglior attaccante. A Marco Scola, capitano della Rolafer, è stata consegnata una targa che premia il suo impegno ultradecennale in maglia Briantea84.

Del Pero: “Aiuto concreto per le prossime edizioni”

“Il Memorial Romanò – ha commentato l’Assessore allo sport di Lentate sul Seveso Patrizia Del Pero – ha un grande valore per il nostro territorio. La promessa dell’Amministrazione comunale è quella di garantire un supporto concreto per le prossime edizioni, ci metteremo a tavolino per capire quali possano essere gli ambiti di intervento. Perché quando lo sport si unisce al sociale non ci si può tirare indietro, anzi, bisogna esserci e in modo concreto”. “Essere orgogliosi di vestire una maglia quando il ritorno economico è importante è cosa facile – ha commentato Don Mario -, farlo spinti dalla vera passione, come quella che vedo ogni anno in questa occasione, è ciò che fa la differenza. Meritate tutti uno straordinario applauso, per la generosità, per l’entusiasmo e per l’impegno che mettete in quello che fate”.

About Manuel Magarini

Check Also

Ibrahimovic

Italia-Svezia a San Siro senza Ibrahimovic: “Ho fatto la mia storia in nazionale”

Si avvicina Italia-Svezia che lunedì 13 deciderà chi tra le due squadre parteciperà ai mondiali …

diletta leorra

Da Sky Sport a Radio 105: Diletta Leotta in versione cantante

Segni particolari: quasi 2 milioni di follower su Instagram, una passione per lo sport praticato, …

Fuorigioco: cos’è e in quali sport esiste

È molto probabile che almeno una volta nella vostra vita abbiate posto o vi siate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi