Home / Main slider / Paolo Villaggio morto: dalla Sampdoria alle Olimpiadi, anche lo sport piange Ugo Fantozzi
Paolo Villaggio, foto Flickr
Paolo Villaggio, foto Flickr

Paolo Villaggio morto: dalla Sampdoria alle Olimpiadi, anche lo sport piange Ugo Fantozzi

E’ morto Paolo Villaggio, attore genovese che ha interpretato, tra gli altri, anche il famoso ragioniere Ugo Fantozzi. E anche lo sport è stata una componente essenziale dei suoi film e della sua vita. Tifoso della Sampdoria, molte le scene sportive dei suoi film.

Paolo Villaggio morto, tra film e sport

Tutti ci ricordiamo ancora la mitica scena dove, radiolina in mano che non funziona, ferma la macchina, rompe il vetro di una casa e chiede: “Scusi, chi ha fatto palo?”. Per tutta risposta, arriva un bel pugno in faccia. L’attore genovese, morto a Roma a 84 anni, aveva lo sport nel sangue. Genovese di nascita, tifoso della Sampdoria, la sua morte è stata annunciata dalla figlia su Instagram. Ecco il post.

Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare ❤️

Un post condiviso da Elisabetta (@elisabettavillaggio) in data:

Paolo Villaggio, Ugo Fantozzi e lo sport

Nei suoi film lo sport non è mai mancato. Dalle Olimpiadi dei dipendenti alla già descritta scena con la radiolina in mano per seguire Italia-Inghilterra. In una serata che sarebbe sfociata nella fantomatica frase sulla Corazzata Potemkin: “E’ una cagata pazzesca”. Ma anche il ciclismo, con il montare in sella “alla bersagliera”. Peccato che il sellino cada e di conseguenza Ugo Fantozzi / Paolo Villaggio soffra dolore fisico. Ma anche la Coppa Cobram, la partita di calcio tra scapoli e ammogliati. E poi la celebre partita di tennis con l’indimenticabile collega Filini, alias Gigi Ryder. Ci piace immaginare che la sfida possa ora proseguire in Paradiso. Lì dove, magari, la coppia possa ancora continuare a far ridere. Perché la vita, senza sorrisi, non conta nulla.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Milano Quanta

Milano Quanta, buona la prima nella Final Six di Coppa Italia

Inizia nel migliore dei modi il cammino del Milano Quanta nella Final Six di Coppa …

Team Bianchi Countervail

Marco Aurelio Fontana punta al riscatto col Team Bianchi Countervail

E' un Marco Aurelio Fontana voglioso di riscatto quello che si presenta al via del …

Arsenal

Europa League: chi è l’Arsenal, avversario del Milan

Dopo avere eliminato il Ludogorest nei sedicesimi di finale, il Milan prosegue il suo cammino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi