Home / Calcio / Adriano Galliani a Mediaset Premium: scelta comunque vincente
galliani
Adriano Galliani (photo credit: calciostreaming via photopin cc

Adriano Galliani a Mediaset Premium: scelta comunque vincente

Adriano Galliani non è più il vicepresidente e amministratore delegato del Milan. Dopo una storia lunga 30 anni, il sodalizio tra le parti si è interrotto. A torto o a ragione, questo spetta ad altri dirlo. Oggi, però, per il geometra Galliani si apre una nuova vita: quella di presidente di Mediaset Premium Spa.

Adriano Galliani, un addio lungo 30 anni

La separazione dal Milan non è stata semplice. Ma è normale, di fronte ad un sodalizio durato 30 anni. Una volta era un percorso da pensione per un lavoratore di azienda. Ma non per lui. Che del Milan era tutto tranne che un dipendente normale. E dunque niente festa d’addio, con celebrazione presidenziale. No, un farsi da parte lento. Sempre più inesorabile, tra dimissioni annunciate, ritirate e poi dismesse. Tra campagne acquisti faraoniche con portafogli pieni. E periodi di vendite grasse e ingressi magri. Da Van Basten, Gullit e Rijkaard fino a Shevchenko, Ronaldinho e Beckham. Fino ai recenti Vangioni, Bertolacci e Zapata. Tempi che cambiano, inserorabili. Prima si andava in aereo a prendere Ronaldinho a Barcellona. Citofonare a Bertolacci è stata forse la scena peggiore da vedere e anche solo immaginare.

Nuova avventura a Mediaset Premium

Ora la nuova avventura: “Nel quadro di un’evoluzione sempre più innovativa dell’offerta Mediaset Premium, Adriano Galliani assume la carica di Presidente di Mediaset Premium Spa”. Questo si legge nel comunicato stampa diramato. Ma per l’ex ad rossonero sarà una strada dura e impervia. Perché dovrà gestire un prodotto delicato, alla vigilia dei nuovi bandi d’asta d’autunno per i diritti tv della Serie A 2018-2021. Un prodotto che ha perso la Champions League, che torna nelle mani di Sky. Ma che vuole comunque mantenere un suo valore. Ecco perché la presenza ai vertici Premium di una figura di grande esperienza nel mondo dello sport e dei diritti tv come lui è indispensabile. Alla luce anche di un non meglio identificato processo di digital transformation che assumerà l’azienda.

Silvio e Adriano, unione vincente

D’altronde tutto si può dire, tranne che il sodalizio Silvio Berlusconi – Adriano Galliani non sia stato vincente. Perché lo dicono gli otto Scudetti conquistati. Lo ribadiscono le cinque Coppe Campioni /Champions League in bacheca. Lo affermano le tre coppe Intercontinentali guadagnate e le cinque Supercoppe Europee. Contornate da sette Supercoppe Italiane e una Coppa Italia. E poi il lancio di Carlo Ancelotti nel gotha del calcio mondiale e non solo. L’unione Silvio-Adriano prosegue, ma questa volta su altri campi e altri schermi. La strada di Premium è in salita, ma il timoniere non ha nessuna voglia di andare in pensione.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

icardi

Derby di Milano, Icardi: “Scudetto? E’ ancora presto per dirlo”

Ecco le parole del 'Man of the Match' dell'ultimo derby di Milano, Mauro Icardi. Come …

vincenzo montella

Inter-Milan, Montella: “Se giocheremo con questo spirito non perderemo più”

Il Milan esce sconfitto dal derby con l'Inter ma il secondo tempo lascia intravedere qualcosa …

Inter-Milan, Spalletti: “Questa vittoria ha un sapore bellissimo. Icardi è grandioso”

Vittoria all'ultimo respito dell'Inter nel derby col Milan e nerazzurri al secondo posto solitario in …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi