Home / Calcio / Altro Calcio / Fuorigioco: cos’è e in quali sport esiste
Scarpe da calcio, foto Pixabay

Fuorigioco: cos’è e in quali sport esiste

È molto probabile che almeno una volta nella vostra vita abbiate posto o vi siate sentiti porre questa fatidica domanda: cos’è il fuorigioco?

Sicuramente non avrete afferrato subito il concetto al 100% e, una volta capito, avrete dovuto spiegarlo voi, magari con carta e penna per rendere tutto più semplice.

Non avete ancora capito? Nessun problema, siamo qui per questo.

Cos’è il fuorigioco

In linea di massima è una regola, presente non solo nel calcio, che fa riferimento alla posizione dei giocatori della squadra attaccante, rispetto a una linea immaginaria, o in alcuni casi, tracciata sul terreno di gioco.

Ma si sa, il calcio è lo sport più diffuso nel nostro paese e non solo, quindi la stragrande maggioranza delle occasioni in cui si parla di fuorigioco, lo si fa facendo riferimento a questo sport.

La regola di per sé non è poi così complicata, ci si trova in posizione di fuorigioco quando un giocatore, nel momento in cui un compagno gioca il pallone, si trova al di là della linea del pallone e non c’è almeno un giocatore avversario, escluso il portiere, tra lui e la linea di porta avversaria.

La posizione di fuorigioco di per sé non costituisce un’irregolarità, almeno non più; si cade nell’illecito nel momento in cui, alla partenza di un passaggio, il giocatore a cui è rivolto si trova in una posizione di fuorigioco.

In quali sport esiste

Come già detto, noi tutti, parlando di fuorigioco, pensiamo subito al calcio, ma non è l’unico sport in cui questa regola è presente. Essa è infatti presente, con alcune variazioni, anche nel rugby e nell’ hockey su ghiaccio.

Nel rugby si considera in fuorigioco ogni giocatore che si trovi davanti al compagno che porta il pallone. O davanti al compagno che ha giocato per ultimo il pallone. Mentre per quanto riguarda l’hockey su ghiaccio il fuorigioco si verifica quando un giocatore della squadra in attacco supera la linea blu tracciata sul ghiaccio prima che il puck sia entrato nella zona di difesa della squadra avversaria.

Questa è ovviamente un’introduzione molto generale alla regola. I più informati sapranno che si creano spesso discussioni a riguardo, soprattutto nel calcio. Dovute ai diversi casi di applicabilità. Possiamo comunque ritenere questa descrizione un buon punto di partenza.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Maglie stagione 2018/2019: il Cagliari

Si conclude con la maglia “Third” 2018-2019 la presentazione dell’intero kit di maglie per la prossima stagione …

Maglie stagione 2018/2019: la Spal

Dopo la presentazione dei nuovi kit “Home” e “Away”, avvenuta nel mese scorso, Spal e Macron, sponsor tecnico …

Calcio: l’ex Milan Bonanni vola in Albania

Avventura all’estero per Claudio Bonanni (21). Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, il terzino sinistro …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi