Home / Calcio / Milan-Juve, Montella: “Perché Biglia e non Montolivo? E’ una scelta come tante…”
Montella
Foto: Twitter

Milan-Juve, Montella: “Perché Biglia e non Montolivo? E’ una scelta come tante…”

Il Milan ha perso la sfida del calcio italiano contro la Juventus in casa. Per Vincenzo Montella la prestazione è assolutamente da salvare, nonostante il risultato non abbia arriso ancora una volta alla sua squadra.

Sabato 28 ottobre 2017, nel corso del programma “Serie A Live” in onda su Premium Sport, l’allenatore del Milan ha dichiarato:

E’ stata una partita giocata alla pari, la differenza l’ha fatta Higuain che ha fatto due gol pazzeschi, si è girato in un fazzoletto ed stato bravissimo. A volte bisogna fare i complimenti anche agli avversari, ha fatto due gol da fenomeno. Di Higuain non ne esistono tanti e non in tanti si possono permettere giocatori come lui. Per 70 minuti siamo stati convincenti ed è stata una sfida equilibrata, anche in relazione all’avversario. Ci vuole coraggio e abitudine a giocare queste sfide, nella preparazione di queste partite si perdono molte energie nervose e forse abbiamo pagato un pochino anche questo.”

“Abbiamo creato almeno quanto loro, abbiamo tirato in porta anche da dentro l’aerea poi la Juve è stata più brava, complimenti a loro: hanno tanti giocatori che possono risolvere le partite. Scontri diretti tutti persi? Noi siamo una squadra completamente ristrutturata e a parte il quarto d’ora con la Lazio dove abbiamo preso quattro gol, le altre sono state tutte sfide alla parti. Ma questa è solo una magra consolazione, dobbiamo essere più risolutivi perché gli avversari non ti perdonano e sono cinici. Perché Biglia e non Montolivo? E’ una scelta come tante. Montolivo è un ottimo giocatore, era infortunato e sta ritrovando la miglior condizione. Se mi aspetto nuovi spifferi dopo questa sconfitta? No, mi aspetto di trovare le motivazioni insieme ai ragazzi per vincere le prossime gare, in Europa League e in campionato.”

About Mauro Carturan

Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Check Also

Napoli-Milan

Napoli-Milan: probabili formazioni e diretta streaming Tv

Napoli-Milan è uno dei due anticipi della 13esima giornata di Serie A. Le due squadre …

Sport a Milano: pubblico e privato, la proposta di Umberto Quintavalle

Lo sport a Milano ha bisogno di nuova linfa. Nuove idee, impianti ma soprattutto un …

Paolo Andreucci e Anna Andreussi

La stella di Paolo Andreucci: dieci titoli nel rally, nessuno come lui

Alla chiusura della stagione 2017 Paolo Andreucci conquistato il suo decimo titolo nel Campionato Italiano …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi