Prima sconfitta stagionale per le scarpette rosse in LBA. Gli uomini di coach Pianigiani risentono palesemente del doppio turno europeo infrasettimanale e scendono in campo con una marcia in meno rispetto ai padroni di casa. L’ Olimpia resta in partita per 15 minuti scarsi poi entra in riserva e Sassari dilaga. Buone risposte da Abass e Gudaitis, timidi cenni di risveglio da Cory Jefferson.

Il primo tempo inizia con le mani fredde da ambo le parti, dopo 3 minuti il match è sul 3- 4. Le due squadre giocano punto a punto per quasi tutta la prima frazione di gioco. L’ ingresso sul Parquet di Polonara e le 3 triple consecutive realizzate a cavallo tra la fine del 1/4 e l’ inizio del 2/4 sembrano indirizzare la gara verso Sassari ma il duo Abass- Gudaitis riesce a mantenere lo svantaggio dentro i 2 possessi. Si arriva al suono della sirena dell’ intervallo lungo sul risultato di 43- 36. 

Il secondo tempo inizia con Milano che pasticcia in attacco, spreca qualche possesso di troppo e Sassari che ne approfittta. L’ EA7 riesce a restare in scia grazie alle penetrazioni di Theodore e di Abass fino agli ultimi minuti del 3/4 quando gli isolani confezionano un pesante break di 12- 0 che li lancia sul +15. L’ ultima frazione di gioco si apre con i padroni di casa che riprendono a martellare in attacco, Milano risponde con due triple a firma Cinciarini e Bertans che consentono ai bianco rossi di continuare a sperare. Sassari sul ribaltamaento infila una tripla con Spissu che chiude i giochi. Gli ultimi 5 minuti sono puro garbage time. Il match si chiude sul risultato di 90- 69.

MVP del match Bamforth( 19 PT, 7 rimbalzi, 5 assist, +20 di +/- e 28 di valutazione complessiva).

La palma del migliore in casa Olimpia Milano va ad Abass, per lui 10 PT, 3 rimbalzi, 1 assist e 10 di valutazione complessiva.

Michele De Luca
michky983@gmail.com
Classe '83, ex giocatore di basket (12 anni di attività), laureato in scienze dell'organizzazione applicata allo sport.