Home / Hockey / Milano Quanta: obiettivo Europa, parola a Riki Tessari
Milano Quanta-Cittadella, foto sito Lega Hockey
Milano Quanta-Cittadella, foto sito Lega Hockey

Milano Quanta: obiettivo Europa, parola a Riki Tessari

Il Milano Quanta sogna in grande. E lo fa ad occhi aperti, forte di un’egemonia come non mai in Italia. Il direttore tecnico del club meneghino, Riki Tessari, elogia il lavoro di coach Rigoni e dei ragazzi. Ma sa che la strada è comunque in salita: “Fortunatamente ci troviamo nella condizione di essere ancora la squadra da battere – ammette a Milanosportiva – i risultati recenti e meno recenti ci pongono in questa situazione. Abbiamo allestito un’ottima squadra di livello e dunque non ci spaventa il fatto di essere i favoriti. Ci carica di ulteriore responsabilità”. Di certo è difficile trovare motivazioni continue, soprattutto per chi negli ultimi sei anni ha vinto 18 trofei su 20: “Ma tutti si impegneranno ancora di più per batterci. E questa è una consapevolezza che le responsabilità aumentano di anno in anno”.

Milano Quanta, obiettivo Europa

Ora, però, bisogna alzare l’asticella: “La difficoltà è mantenere alta la tensione e la voglia di vincere che in situazioni come questa è facile perdere. Vincere sempre può portarti ad un approccio mentale che, di fatto, potrebbe vanificare gli sforzi fatti”. Quindi bisogna provare a progredire in nuovi ambiti, come quello europeo: “E’ uno degli obiettivi – ammette Tessarima sarà molto più difficile che in Italia. Perché ci sono almeno quattro squadre molto attrezzate, di livello mondiale. Però è un obiettivo e ci proveremo”.

Hockey Inline, uno sport con tanti difetti

Ma cosa può fare uno sport come l’Hockey inline per progredire? “E’ un discorso complesso, una serie di componenti che concorrono a non renderci visibili. Incide anche la scarsa organizzazione di alcune società. Ma anche la mancanza di una struttura organizzativa e coordinata tra le società di primario livello che convergano su un progetto di comunicazione di un certo tipo. Ad esempio – precisa ancora Riki Tessari – il fatto di trasmettere tutte le partite in streaming; la comunicazione social e web dovrebbe avere un grande ruolo. C’è tanto da fare e lavorare, a tutti i livelli. In questo momento, in assenza di un piano strutturato che vedrà il suo sviluppo su un piano pluriennale, la vedo dura”.

Progetti nelle scuole

Intanto, però, si può partire dalle scuole: “Dall’anno scorso abbiamo questo progetto di presentazione del nostro sport nelle scuole – prosegue ancora Riki Tessari – presentiamo il nostro sport e poi invitiamo qui da noi i ragazzi per farli giocare. Non è facile, ma ci stiamo provando. Ad oggi abbiamo due squadre che disputano altrettante categorie ufficiali, l’Under 14 e l’Under 18. Oltre ad una Serie C nazionale e la squadra seniores. A questi si affiancano i più piccoli, l’Under 10 e l’Under 12. Per un totale di circa 70 ragazzi nelle giovanili”.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d’adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l’hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

powervolley milano

Un punto a Modena: la Revivre sfiora l’impresa

Modena rimane un tabù per la Revivre Milano ma la squadra di Andrea Giani lotta …

javier pastore

Calciomercato Inter, Ausilio: “Pastore? Se a gennaio ci saranno delle opportunità sapremo coglierle”

Aumentare la qualità della rosa soprattutto a centrocampo. Potrebbe essere letto in questo senso il …

Olimpia Milano, LBA, sconfitta interna contro Avellino

Si chiude con un' altra maratona la settimana di fuoco dell' Olimpia Milano. Le scarpette …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi