Home / Main slider / ASR Milano: nuova vita all’Idroscalo, la soddisfazione di Sergio Carnovali
1^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE A, Rugby Milano vs Accademia Francescato
1^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE A, Rugby Milano vs Accademia Francescato

ASR Milano: nuova vita all’Idroscalo, la soddisfazione di Sergio Carnovali

Il rugby a Milano va a giocare all’Idroscalo. Strano a dirsi, ma è proprio il bacino d’acqua artificiale milanese ad essere diventato la casa della ASR Milano: “Da due anni ce lo siamo preso impiegando una serie di risorse – le parole del presidente del club, Sergio Carnovaliabbiamo fatto debiti. L’amministrazione comunale e la città metropolitana ci hanno messo a disposizione il luogo e basta. Una concessione per 15 anni per avere un pezzo dell’Idroscalo, che abbiamo dovuto ristrutturare”. E ora? “Siamo impegnati nel mantenere attivo il posto, che già con i nostri numeri abbiamo riempito per bene. E’ un sito stupendo, che oltre al grande costo però permette ampi spazi di manovra nonostante una necessaria, continua, manutenzione. Abbiamo ereditato una situazione difficile, ma siamo contenti e felici di essere all’Idroscalo”.

ASR Milano all’Idroscalo, una funzione anche sociale

Quella della ASR Milano è soprattutto una funzione sociale: “Diamo molto aiuto ai ragazzi con i nostri educatori – prosegue Sergio Carnovali – e per questo, secondo me, dovremmo essere quasi premiati. Cosa hanno fatto le istituzioni per noi? Sicuramente sarebbe stato bello se ci fosse stata una facilitazione all’accesso meno onerosa agli impianti espositivi della città. Ci sono dei posti dove si può fare sport ma sono sempre più vecchi. A questo si aggiunge una difficile situazione economica a fronte della quale, però, non è arrivato alcun aiuto economico. anche se le attività sportive degli sport minori hanno sempre avuto problemi economici”.

Un movimento dai grandi numeri

Quello della ASR Milano è un movimento da grandi numeri: “Abbiamo circa 700 tesserati, che vanno dai 5 ai 65 anni – prosegue il presidente Sergio Carnovali – stiamo pensando anche ad un gruppo di Under 6 che possano svolgere attività a sostegno alle famiglie, psicomotorie. Comunque è proprio un bel movimento. Pensiamo di avere un bacino grande e stiamo ragionando se ristrutturare meglio il sito per poterci allargare”. L’investimento è stato di oltre un milione di euro: “Il Rugby a Milano piace – conclude Carnovali – anche a livello educativo. Pensiamo, forse in modo un po’ presuntuoso, che possa essere uno sport capace di educare la gioventù e anche i genitori ad una buona politica sportiva. Cosa bisogna fare per far tornare il rugby in alto?Dialogare tra società, pensare a far diventare più forte ogni singolo club e mettersi a disposizione di un progetto più alto”. E magari giocare all’Idroscalo? “All’inizio eravamo perplessi, perché è un impianto periferico. Invece abbiamo ridato vita a un luogo centrale, stupendo. Sperando che arrivi la metropolitana in futuro…”.

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d’adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l’hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Olimpia Milano, Euroleague, sbancata Valencia

Nella notte del debutto stagionale di Curtis Jerrells, le scarpette rosse ottengono la loro prima …

Big Air Milan, super sabato: le stelle del Freeski e le hit di Baby K

Cambio di data per lo show della rapper italiana, che farà ballare il pubblico del …

Milano 2018, pattinaggio di figura: il Mondiale raccontato in esclusiva dai campioni iridati Cappellini Lanotte

Il pattinaggio di figura ruberà la scena a Milano, sede del Mondiale 2018 (21-25 marzo). …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi