Gi Group Team Monza

Il Gi Group Team Monza spezza la serie negativa delle ultime quattro partite e torna a sorridere grazie ad un rotondo 3-0 su un’ostica BCC Castellana Grotte, nella sesta giornata di andata della SuperLega UnipolSai. La Candy Arena di Monza torna quindi ad essere l’uomo in più per la squadra di Falasca, che con questo successo firma la vittoria numero tre della stagione, la seconda in campionato e casalinga dopo quella contro Sora della prima giornata.

Oltre all’ottimo servizio (7 ace di squadra, 4 personali di Dzavoronok e uno a testa per Botto, Beretta e Shoji), la ricetta vincente per Botto e compagni è certamente l’entusiasmo e la serenità. I brianzoli partono col freno tirato nel primo gioco, complice anche un buon prologo dei pugliesi anche in battuta, ma poi si sciolgono ed iniziano ad esprimere una pallavolo bella e determinata. Finger e Dzavoronok (MVP della gara con 20 punti e 1 muro oltre ai servizi vincenti) vanno a segno con continuità, stoppando i tentativi di rimonta pugliese.

Primo e secondo gioco vanno via lisci per i padroni di casa, con la BCC Castellana Grotte che tenta invano di rientrare appoggiandosi ai lampi di un buon Tzioumakas (17 punti, 2 ace, 1 muro ed il 61% in attacco). Sembra che anche il terzo sia incanalato sugli stessi binari dei primi due (19-15 Gi Group), ed invece la squadra di Lorizio torna forte grazie all’ottimo impatto del neo entrato Hebda (6 punti, 2 muri) e alle giocate di Moreira e Ferreira Costa, passando avanti 22-21. Monza però non cede, ingrana la marcia e chiude il set 26-24 e la gara 3-0 rilanciandosi in classifica.

Gi Group Team Monza – BCC Castellana Grotte 3-0 (25-20, 25-21, 26-24)

Gi Group Team Monza: Beretta 5, Finger 11, Dzavoronok 20, Barone 5, Shoji 3, Botto 8; Rizzo (L). Walsh, Langlois, Hirsch. N.E. Arasomwan, Brunetti, Terpin. All. Falasca.

BCC Castellana Grotte: Canuto 1, Athos 7, Paris 1, Moreira 10, De Togni 8, Tzioumakas 17; Cavaccini (L). Hebda 6, Garnica. N.E. Pace (L), Zauli, Rossatti, Ferraro. All. Lorizio.

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.