Home / Calcio / Milano Città Azzurra: in mostra all’Arena i trofei e i cimeli della Nazionale
Milano Città Azzurra
L'Italia campione del mondo nel 1982 (Foto: Wikipedia)

Milano Città Azzurra: in mostra all’Arena i trofei e i cimeli della Nazionale

Milano si prepara a vestirsi a festa in vista della gara di ritorno dei playoff per i Mondiali 2018 in programma lunedì 13 novembre a San Siro. L’Italia affronterà la Svezia con il chiaro obiettivo di ottenere il pass per partecipare alla manifestazione in Russia. Non mancheranno gli eventi interessanti nel capoluogo lombardo.

Milano Città Azzurra: un evento da non perdere per tutti gli appassionati

Ormai da qualche tempo in occasione delle gare della Nazionale la FIGC sta portando avanti il progetto Città Azzurra del Calcio, un’occasione per partecipare a iniziative culturali e sportive di vario genere. L’intento è di coinvolgere la popolazione per far sentire il più possibile il sostegno agli azzurri.

In vista del ritorno dei playoff per i Mondiali 2018, in programma lunedì a San Siro contro la Svezia, l’iniziativa fa tappa nel capoluogo lombardo. “Milano Città Azzurra” si tiene da venerdì 10 a lunedì 13 novembre in una cornice suggestiva come quella dell’Arena Civica. Proprio qui nel 1910 è partita la storia della nostra Nazionale, caratterizzata da importanti vittorie ma anche diverse delusioni inaspettate.

In queste giornate sarà così possibile vedere da vicino i trofei conquistati nel corso degli anni. Presso la Palazzina Appiani saranno presenti le quattro Coppe del Mondo e la Coppa Europa vinte dagli azzurri. È possibile accedere gratuitamente. Questi gli orari: sabato e domenica dalle 9.00 alle 18.00; lunedì dalle 9.00 alle 12.30.

Milano Città Azzurra: in mostra anche i cimeli storici

L’esposizione può essere l’occasione anche per vedere diversi cimeli che sono entrati a pieno titolo nella storia della nostra Nazionale. Tutti sono stati allestiti secondo un ordine cronologico in modo tale da consentire ai visitatori di ripercorrere le varie epopee degli azzurri.

Tra gli oggetti presenti possiamo citare la maglia indossata da Giovanni Ferrari nella finale del Campionato del Mondo 1934 (Italia-Cecoslovacchia 2-1) svoltasi a Roma il 10 giugno 1934 e la Amedeo Biavati indossata in occasione dei quarti di finale del Campionato del Mondo 1938 (Italia-Francia 3-1) disputati il 12 giugno 1938, giocata in completo nero. Indimenticabili la casacca numero 9 di Amedeo Amadei, indossata nella partita Italia-Spagna 3-1 giocata a Madrid il 27 marzo 1949, unica vittoria contro le Furie Rosse in Spagna e ultima apparizione in azzurro dei giocatori del Grande Torino prima della tragedia di Superga e la maglia numero 10 di Giacinto Facchetti iindossata nella fase finale del Campionato d’Europa del 1968-

Impossibile non ricordare la maglia numero 20 di Paolo Rossi indossata a Spagna ’82 dove l’Italia divenne campione del mondo.  Troviamo anche la maglia numero 7 indossata da Paolo Maldini a Italia ’90; la maglia numero 6 indossata da Franco Baresi ai Mondiali di Usa ’94 e la maglia numero 5 indossata da Fabio Cannavaro nella finale del Campionato del Mondo del 2006. Si conclude l’excursus con  la magliaindossata da Gianluigi Buffon in Italia-Bulgaria giocata a Palermo il 6 settembre 2015. In quella gara il portiere ha festeggiato le 150 presenze in Nazionale.

About Ilaria Macchi

Check Also

Ibrahimovic

Italia-Svezia a San Siro senza Ibrahimovic: “Ho fatto la mia storia in nazionale”

Si avvicina Italia-Svezia che lunedì 13 deciderà chi tra le due squadre parteciperà ai mondiali …

helenio herrera

I giardini di piazza Axum intitolati a Helenio Herrera

La città di Milano rende omaggio a uno dei suoi più grandi figli acquisiti. Giovedì …

Mauro Icardi

Inter, Vecchi: “Vice Icardi? Pinamonti c’è e occhio a Colidio”

Stefano Vecchi l'Inter la conosce bene, avendo traghettato la prima squadra nel dopo Frank de …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi