gi group

Il Gi Group Team Monza non riesce a passare sul campo della Kioene Arena di Padova contro i padroni di casa della Kioene. I monzesi lasciano così la posta piena ai patavini nella settima giornata di andata della SuperLega UnipolSai 2017-2018, pur avendo avuto le chance per poter fare punti e passare avanti nel conteggio dei set in alcuni frangenti della gara.

Dopo un primo gioco praticamente a senso unico per i padroni di casa, chiuso senza problemi dalla squadra di Baldovin grazie ai turni al servizio di Cirovic e agli attacchi di Nelli, Botto e compagni tirano fuori tutto il loro carattere e fanno loro il secondo appoggiandosi ai lampi di un buon Finger (14 punti, 1 ace, 1 muro) e di un ispirato Dzavoronok (15 punti finali). Nel terzo set è equilibrio praticamente per tutto il gioco: dopo quattro palle set a disposizione, ben annullate dalla Kioene, il Gi Group Team lascia il gioco a Randazzo e compagni, in grado di chiuderlo 36-34. Monza si tuffa nel quarto gioco con entusiasmo, Padova risponde presente. Fino al 22-22, infatti, è punto a punto, poi è ancora una volta la formazione veneta a volare avanti con Randazzo (MVP della gara con 21 punti, 1 ace e 1 muro) e uno straordinario Nelli (28 punti, 3 ace, 4 muri) che chiude, proprio col suo servizio, gioco, 25-22 e gara 3-1 per i suoi.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Miguel Angel Falasca (primo allenatore Gi Group Team Monza):
 “Abbiamo avuto un avvio davvero difficile ma poi siamo stati bravi a rientrare in gara. Abbiamo impattato male la partita ma ci siamo rialzati molto bene il secondo set, poi abbiamo sprecato troppo in attacco nel terzo set. Purtroppo ci è venuto a mancare il muro, soprattutto degli schiacciatori, e dovremo lavorare in settimana su questo, così come sull’aspetto morale che questa sera ci ha condizionato a differenza di Padova che è stata brava a chiudere i set nei momenti decisivi. Bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare sodo se vogliamo fare nostre le prossime gare”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
La Kioene parte forte: prima scappa con Randazzo e Nelli sul 4-1, poi incrementa anche con Cirovic e approfittando di qualche errore monzese, 7-3 e Falasca chiama time-out. Alla ripresa del gioco il Gi Group Team tenta la reazione con Finger (10-5) ma Padova viaggia sull’entusiasmo piazzando un filotto di sette punti (tre ace di Cirovic), 17-5 che chiude virtualmente il set. Entra Walsh per Shoji e Langlois per Botto ma le cose non cambiano. Padova chiude il gioco 25-8 grazie alle giocate di Polo, Randazzo, Volpato e Nelli.

SECONDO SET
Nel secondo parziale il Gi Group Team parte col piglio giusto. I ragazzi di Falasca si fanno trascinare dall’orgoglio e da una buona amalgama di squadra: Dzavoronok e Finger portano i loro sul 7-5, Barone tiene a distanza i padroni di casa, 9-7. Randazzo firma il pari Kioene 9-9, ma l’errore in battuta di Cirovic e le giocate centrali di Beretta consentono ai monzesi di andare in vantaggio 12-9 e Baldovin chiama time-out. Al ritorno in campo l’ace di Shoji e l’errore di Randazzo fa capire a Monza che è sulla buona strada (14-9) e Baldovin ferma il gioco. Si torna in campo ma il Gi Group Team non cala: sale in cattedra Dzavoronok, che insieme a Botto porta i suoi sul 21-14. Padova tenta il rientro, 23-16 (Randazzo) ma il Gi Group Team la stoppa con Beretta e si aggiudica il secondo parziale, 25-17.

TERZO SET
Terzo set altamente equilibrato. E’ punto a punto fino al 9-9, poi due ace di Nelli portano Padova al break (14-12 e Falasca chiama time-out). Barone, Shoji e Botto tengono in corsa il Gi Group Team (16-15) ma è ancora la Kioene a sembrare più decisa, e con Cirovic e Nelli si porta sul 19-17. Botto e compagni, però, non mollano: Finger e Beretta vanno a bersaglio, capovolgendo il punteggio 20-19 per Monza e Baldovin chiama time-out. La tensione è palpabile: Finger e Dzavoronok sostengono il Gi Group Team, Nelli, Cirovic e Randazzo Padova (28-28). Ancora Dzavoronok a portare avanti i suoi 29-28, Padova annulla quattro set-point, poi passa avanti con Nelli (33-32), Finger pareggia per due volte i conti (34-34) ma Randazzo e Polo sono bravi a chiudere il set per i veneti, 36-34.

QUARTO SET
Quarto gioco che si apre come si era chiuso il precedente. Squadre che si rispondono colpo su colpo fino al 10-10. Ancora Nelli ad andare a segno per i suoi, ma Dzavoronok e Beretta pronti a rispondere per il Gi Group Team (14-14). Entra Hirsch al posto di Finger e Monza si appoggia alle giocate del tedesco per portarsi avanti, 19-18. Dopo l’equilibrio fino al 22-22, però, Padova sprinta avanti con Nelli e approfittando di un errore di Hirsch, 24-22. Il set lo chiude Nelli con un ace, 25-22, che vale anche la partita 3-1 per la Kioene.

Kioene Padova – Gi Group Team Monza 3-1 (25-8, 17-25, 36-34, 25-22) 
Kioene Padova
: Cirovic 18, Polo 7, Nelli 28, Randazzo 21, Volpato 6, Travica 3; Balaso (L). Gozzo, Sperandio, Premovic, Koprivica. N.E. Peslac, Scanferla. All. Baldovin.

Gi Group Team Monza: Beretta 8, Finger 14, Dzavoronok 15, Barone 6, Shoji 4, Botto 5; Rizzo (L). Brunetti, Walsh, Langlois, Terpin, Hirsch 2. N.E. Arasomwan. All. Falasca.

NOTE

Arbitri: Venturi Giuliano, Lot Dominga

Durata set: 18’, 22’, 43’, 34’. Totale 1h57’

Kioene Padova: battute vincenti 12, sbagliate 19, muri 8, errori 30, attacco 56%
Gi Group Team Monza: battute vincenti 5, sbagliate 13, muri 5, errori 19, attacco 44%

Impianto:
 Kioene Arena di Padova

Spettatori: 2355

MVP: Luigi Randazzo (Kioene Padova)

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.