Home / Pallavolo / Busto Arsizio non dà scampo alla SAB Volley Legnano
sab volley
Foto di di Loris Marini (da Ufficio Stampa Sab Volley)

Busto Arsizio non dà scampo alla SAB Volley Legnano

Resta a bocca asciutta la SAB Volley Legnano nel derby della sesta giornata di Samsung Galaxy Volley Cup: la Unet E-Work Busto Arsizio si impone per 3-0 sulle giallonere nella prima sfida ufficiale tra le due squadre.
Partita nettamente spezzata in due tronconi: combattutissimo il primo set, chiuso dalla UYBA soltanto sul 30-28 dopo due set point annullati alle legnanesi, dominati invece dalle padrone di casa i due successivi, sulla scorta di un muro davvero invalicabile (12 punti contro 2).
L’attacco, fermo al 26% di squadra, è stato dunque il settore in cui la SAB ha sofferto maggiormente, non riuscendo a trovare la quadratura neppure con gli inserimenti in corsa di Annie Drews Amanda Coneo; da salvare l’atteggiamento e la grinta di un primo set in cui le legnanesi, trascinate dalle ex Alice Degradi e Valeria Caracuta e dalle difese di Silvia Lussana, hanno lottato fino all’ultimo, pur concedendo troppi errori soprattutto in battuta (5 quelle sbagliate). Ottima, per contro, la gara di Busto Arsizio, giunta alla quinta vittoria consecutiva in campionato: da segnalare i 16 punti della rientrante Valentina Diouf e la prova maiuscola di Beatrice Berti, che chiude con il 66% in attacco e 4 muri-punto.
La SAB deve ora rimboccarsi subito le maniche e tornare al lavoro in vista di un altro delicatissimo impegno: mercoledì 22 novembre, infatti, le legnanesi saranno impegnate nel turno infrasettimanale sul campo della Liu Jo Nordmeccanica Modena.
La cronaca:
Consueta, entusiasmante cornice di pubblico al PalaYamamay, con oltre 3000 spettatori per il primo derby ufficiale tra le due squadre, tra cui un agguerrito gruppo di sostenitori da Legnano. Formazioni in campo per il saluto iniziale con la maglietta dell’ONG Emergency, presente con un proprio stand nell’impianto bustocco. La SAB conferma il sestetto tipo con Caracuta in regia, Mingardi opposto, Ogoms e Pencova al centro, Degradi e Newcombe schiacciatrici e Lussana libero; la UYBA recupera all’ultimo minuto Diouf e la schiera in diagonale con Orro.
Avvio altalenante per le legnanesi: tre battute sbagliate ma anche due attacchi efficaci di Degradi per il 4-4. Il primo break lo mettono a segno Berti e Diouf, che portano Busto sull’8-5; le biancorosse allungano ancora con Diouf (11-7) e Pistola ferma il gioco. Al rientro in campo la SAB annulla il gap grazie a un ottimo turno di battuta di Newcombe, che porta il punteggio sull’11-11. L’equilibrio si spezza di nuovo sul 16-14 con Berti, ma Mingardi si fa sentire a muro per il 16-16; nuovo allungo di Diouf per il 19-17 e questa volta è Stufi a consolidare il vantaggio delle padrone di casa (21-18). Gli errori di Diouf e Orro riportano sotto la SAB sul 21-20, ma Bartsch si procura due set point sul 24-22; la SAB li annulla entrambi (battuta sbagliata e attacco di Mingardi). Ai vantaggi ci sono due occasioni anche per Legnano (24-25, 25-26), poi Gennari ribalta la situazione ed è Busto a chiudere al quinto tentativo (30-28) con il muro vincente di Bartsch.
Il secondo set si apre con altri due muri di Berti su Mingardi, subito sostituita da Drews; i due errori successivi dell’opposto e di Newcombe costringono però Pistola a fermare il gioco sul 4-0. Busto contiene la reazione della SAB e allunga ancora con Diouf (9-3) e Stufi (11-5); Bartsch fa la voce grossa per il 15-7 e il coach legnanese prova ancora a cambiare con Mingardi e Coneo. Busto però dilaga con Berti e Gennari (20-8) e chiude con altri due muri, di Diouf e Gennari, per un agevole 25-9.
Nel terzo set la SAB ripresenta il sestetto di partenza; è ancora Busto a partire forte con Diouf (4-1), e Pistola si gioca il primo time out sul 7-3. La reazione della SAB è affidata a Mingardi (10-6), ma la UYBA gestisce con autorevolezza il vantaggio e allunga con Bartsch per il 16-9. L’ennesimo muro di Berti e l’errore di Newcombe trascinano la UYBA fino al 19-11, poi Gennari accresce ulteriormente il gap (22-12) e Orro chiude al secondo match point per il definitivo 25-15.
I commenti:
Andrea Pistola (all. SAB Volley Legnano): “Molti meriti vanno a Busto Arsizio, ma paghiamo anche i nostri demeriti: in particolare pesa quel primo set in cui non siamo riusciti a concretizzare le occasioni, commettendo troppi errori in battuta. Dal secondo set poi abbiamo mollato mentalmente e questo è ingiustificabile. Penso però che il problema sia soprattutto la gestione poco lucida dal punto di vista tecnico e tattico”.
Valeria Caracuta (SAB Volley Legnano): “Per me è sempre una grande emozione tornare in un palazzetto in cui ho vissuto gli anni migliori della mia carriera. La partita è stata molto strana: il primo set ce lo siamo giocati fino all’ultimo, con molti errori da entrambe le parti, poi loro hanno approfittato del nostro netto calo. A caldo non so dire se si è trattato solo di una flessione mentale, dovremo analizzarlo nei prossimi giorni”.
Marco Mencarelli (all. Unet E-Work Busto Arsizio): “Una partita in linea con le sensazioni e con i programmi di un periodo in cui abbiamo spinto all’inverosimile in palestra, cercando di mettere tanto fieno in cascina in previsione di alcune settimane in cui saremo sempre in campo. Dobbiamo approfondire alcune situazioni tattiche, ma sono soddisfatto”.
Unet E-Work Busto Arsizio-SAB Volley Legnano 3-0 (30-28, 25-9, 25-15)
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani ne, Stufi 5, Spirito (L), Gennari 12, Dall’Igna ne, Orro 4, Peruzzo ne, Diouf 16, Bartsch 15, Berti 12, Negretti, Chausheva 1, Botezat. All. Mencarelli.
SAB Volley Legnano: Degradi 8, Bartesaghi ne, Lussana (L), Pencova 4, Cumino, Ogoms 2, Mingardi 10, Martinelli, Coneo, Cecchetto (L) ne, Caracuta 1, Newcombe 6, Drews 3. All. Pistola.
Arbitri: Canessa e Lot.
Note: Spettatori 3018. UYBA: battute vincenti 1, battute sbagliate 7, attacco 44%, ricezione 72%-47%, muri 12, errori 17. SAB: battute vincenti 1, battute sbagliate 6, attacco 26%, ricezione 69%-45%, muri 2, errori 16.
In allegato alcune foto della partita (di Loris Marini).
Fonte: SAB Volley – Ufficio Stampa

About Mauro Carturan

Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Check Also

Il Saugella Team Monza perde in casa contro Modena

Saugella Team Monza, rimonta quasi perfetta: solo un punto contro Modena

Monzesi poco convincenti in avvio, poi superlative nel risalire la china e strappare il tie-break, …

Powervolley Revivre Milano vince a Padova

A Padova domina la Powervolley Revivre Milano

Seconda vittoria consecutiva, 4 risultato utile consecutivo per la Powervolley Revivre Milano. Sul campo della …

Saugella Team Monza batte Novara

Saugella Team in Paradiso: a Monza stop per la capolista Novara

Ortolani e compagne stoppano la Igor Gorgonzola per la prima volta in questa stagione grazie …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi