Home / Basket / Geas Basket passa a Crema dopo 2 tempi supplementari
geas
Foto di Marco Brioschi (Ufficio stampa Geas Basket)

Geas Basket passa a Crema dopo 2 tempi supplementari

Un punto di vantaggio dopo 50′ di continui colpi di scena e una grande prova di orgoglio.

Una vittoria dal peso specifico enorme: il Geas Basket passa a Crema, sul campo di una delle migliori squadre del campionato, in una sfida infinita e vissuta con un orgoglio al diapason, nonostante le perduranti assenze di Ercoli e Galbiati: due tempi supplementari per strappare un importantissimo punto di vantaggio, che ha riflessi molto importanti sulla classifica: le rossonere restano al comando imbattute e mandano Crema a 4 punti. Dopo una battaglia così emozionante, anche le ragazze sconfitte meritano di essere accomunate nello stesso applauso. Per i tifosi rossoneri quasi il revival dell’incontro di 10 anni fa, sempre contro Crema ma quella volta al PalaNat, quando i supplementari furono tre, con lo stesso esito finale. Due geassine erano in campo in entrambe le occasioni: Schieppati ed Arturi, che stabilì in quell’occasione un record per la Serie A, qualche anno dopo eguagliato da Francesca Zara: 55′ consecutivi sul parquet. 

Anche questa sera, una partita dai mille volti, passata di mano tante volte, fra infiniti colpi di scena. Crema mette a segno due importanti parziali: fra il primo e il secondo quarto, per guadagnare fino a 11 punti di vantaggio e nell’ultima frazione, per risalire da -14. Il Geas è padrone totale del campo per oltre 10’ fra la fine del secondo quarto e il terzo, con un parziale di 25-2.

Trascinatrici per Sesto ancora una volta Bea Barberis (21 punti, 6 rimbalzi, di cui 2 offensivi, 19 di valutazione e il canestro negli ultimi secondi del secondo tempo supplementare che vale la vittoria) e la capitana Giulia Arturi (21 punti anche per lei e 16 di valutazione, con un glaciale 7/8 ai liberi, fondamentali nella rimonta Geas del secondo quarto e nel primo overtime, il tutto nonostante avesse solo due allenamenti nelle gambe), seguite a ruota dalla giovanissima Ilaria Panzera (12 punti, 7 rimbalzi e numerose giocate di carattere). Sbalorditiva prepotenza sotto le plance per Veronica Schieppati, che agguanta 15 rimbalzi, di cui 2 offensivi (18 di valutazione). Determinante, eccome, anche Gambarini con 8 punti, dei quali 4 arrivano nei due tempi aggiuntivi a dare ossigeno ad una squadra in evidente crisi fisica. Pesantissimo il canestro nel finale di Zagni, proprio sul campo della sua ex squadra.

Le migliori per Crema: la croata Benic (16 punti, con 4/7 da dietro larco e 17 di valutazione), Nori (14 punti) e Caccialanza (13 punti, con tre triple a referto).

COACH ZANOTTI – “È stata una partita con tante partite al suo interno, considerati i parziali e controparzialiÈ ormai un classico quando affrontiamo Crema: sono sempre battaglie dall’esito incerto. Abbiamo giocato minuti di buona pallacanestro, mostrando in attacco delle chicche inaspettate, purtroppo controbilanciate da pericolosi minuti di blackout e confusione. Di sicuro questa sera non si è visto un grande basket dal punto di vista tecnico, complici la tensione e lagonismo dellultimo quarto e dei due overtime. Le condizioni fisiche non ottimali e lo stato demergenza dovuto alle assenze di Galbiati ed Ercoli ci fanno assaporare fino in fondo questa vittoria arrivata allultimo istante e che deve consegnarci ancor più forza, autostima e determinazione. Dobbiamo essere pronte a metterle in campo nelle prossime gare”. 

COACH SGUAIZER – “Dopo due tempi supplementari qualsiasi partita diventa difficile, se non impossibile, da gestire con ordine in ogni aspetto. Per lunghe fasi stasera si è vista una pallacanestro ‘frizzante’, diciamo così, e imprevedibile. Abbiamo perso loccasione di agganciare il Geas in classifica: complimenti a loro. Noi siamo ancora uno o due gradini sotto il loro livello”.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

About Mauro Carturan

Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Check Also

Olimpia Milano, LBA, espugnato il PalaBigi

Ennesima partita decisa in volata per le scarpette rosse. Questa volta gli uomini di coach …

Olimpia Milano, Euroleague, ennesima sconfitta alla Sinan Erdem Dome

Ennesima sconfitta stagionale negli ultimi minuti per le Scarpette Rosse, questa volta a usufrire del …

Basket Carugate

Solo 3 punti del terzo quarto: Carugate perde in casa

Carugate perde una partita in cui il terzo quarto sanguinoso, parziale 3-8, spiega al meglio …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi