luciano spalletti

Lunedì 20 novembre 2017, in diretta a “4-4-2”, il programma trasmesso in live streaming sul sito www.sportmediaset.it tutti i giorni dal lunedì al venerdì, è intervenuta la bandiera dell’Inter Mario Corso. 

Corso ha dichiarato: “Icardi a tre gol dalle mie marcature in nerazzurro? Era scontato che mi passasse, speriamo che faccia in fretta. Lui è lì per fare gol, io facevo un altro mestiere e il fatto che mi superi è il minimo. Icardi comunque è un grandissimo e speriamo mi superi a breve: sono molto contento per lui. Il merito principale di questo campionato nerazzurro? Il merito principale va sicuramente all’allenatore che, nonostante le perplessità iniziali, sta gestendo un gruppo che l’anno scorso sembrava difficile. Tutti stanno facendo bene e poi ci sono 3-4 giocatori che sono sopra la media.”

“Sotto la regia di Spalletti si sta formando una squadra vera. La personalità di Spalletti ricorda un po’ quella di Herrera? Spalletti è un allenatore che vede le partite, le capisce e le cambia. Herrera è stato un grande allenatore, era bravissimo fino al sabato ma poi non sapeva leggere le partite: ha avuto la fortuna di avere una squadra formidabile. Inter da Scudetto? Farci un pensiero non costa niente. L’obiettivo principale però è tornare in Champions e penso che il percorso sia ottimo. Poi se la squadra dovesse mantenere questo stato di forma e questa mentalità può succedere di tutto”.

Mauro Carturan
cartu73@gmail.com
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

3 thoughts on “Mario Corso: “Spalletti legge le partite meglio di Herrera: il Mago era bravo fino al sabato””

Comments are closed.