Home / Basket / Solo 3 punti del terzo quarto: Carugate perde in casa
Basket Carugate
Foto di Marco Brioschi (da Ufficio Stampa Basket Carugate)

Solo 3 punti del terzo quarto: Carugate perde in casa

Carugate perde una partita in cui il terzo quarto sanguinoso, parziale 3-8, spiega al meglio una gara dai punteggi bassi, non spettacolare ma molto fisica, giocata sui nervi e con tanti errori in attacco su entrambi i fronti. Alla fine vince Udine, 41-50 mentre Carosello subisce la quinta sconfitta consecutiva, la quarta in casa. Solo due le giocatrici in doppia cifra. Per le ospiti Mancabelli segna 11 punti ed è decisiva assieme a Romano, perfetta dalla panchina con il suo 4-4 dal campo. Per le padrone di casa la migliore è ancora una volta Laura Zelnyte, 14 punti -con appena sei tiri tentati- e la solita legna a rimbalzo, 13 per la lituana che si conferma una delle migliori giocatrici del campionato.

Nel primo quarto le friulane provano subito a scappare, parziale 2-10 con sei punti consecutivi di Mancabelli, Carugate ricuce ma solo dalla lunetta: il contro parziale 7-0 riporta equilibrio mentre il primo canestro su azione per le lombarde è di Cecilia Albano dopo otto minuti di gioco. Il sorpasso si completa con la bomba di Zelnyte, che firma il 16-14. Segue un’altra tripla, quella di Contestabile, buona la sua prova con 8 punti, 3 rimbalzi e una stoppata, per il 19-16 con cui si chiude la prima frazione di gioco.

L’inizio del secondo quarto è molto simile al primo: parziale 0-6 Delser che prova a mettere la freccia. Contestabile e Albano riportano avanti Carosello ma quello dell’ala torinese, a 6’25 dalla fine, è l’ultimo canestro segnato su azione fino al riposo per la squadra biancoblu, che soffre la difesa molto fisica delle avversarie, sempre al limite del fallo. E così, Udine può prendere il largo con Bianco, Mancabelli e Pontoni, chiudendo il primo tempo avanti 24-30.

Nella ripresa coach Piccinelli prova a schierarsi a zona, la scelta sembra azzeccata e le friulane iniziano con 0-4 al tiro. Con uno splendido gioco spalle a canestro, Zelnyte riporta le padrone di casa sul -4 ma è Mancabelli a spegnere sul nascere la rimonta, sua la tripla che vale il +7 Delser. La squadra ospite in attacco spreca tantissimi palloni, un blackout di cui Carugate però non riesce ad approfittare. E come spesso accade in queste situazioni, a fare la differenza è la panchina: Mio (6 punti) e Romano regalano a Udine il massimo vantaggio con cui si chiude il terzo quarto: 27-38.

L’ultimo periodo si apre con un mini parziale Carosello firmato Zolfanelli: 4-0, a cui risponde ancora una volta Romano con una tripla che apre il controparziale friulano 0-10, per il 31-48 che a 4’ dalla fine sembra chiudere i giochi. Il primo canestro di Gombac e un’altra tripla di Contestabile ricuciono, almeno in parte, il passivo, insieme a un’aggressività difensiva efficace, ma tardiva: Albano stoppa Vincenzotti, Zolfanelli segna in sospensione e Zelnyte chiude la gara con una bomba. Finisce 41-50.

Quella di Udine è una piccola impresa, anche in virtù dello “Zero” nel tabellino dei punti di Blazevic, miglior realizzatrice delle friulane. Anche Carugate paga la scarsa vena realizzatrice delle sue attaccanti migliori, incappate in una giornata no.

Al termine della gara, coach Piccinelli ha portato l’intera squadra al centro del campo, per un duro confronto faccia a faccia con le ragazze. Intervistato nel dopo gara, ha detto:

Ci è mancata intensità e lucidità in attacco. Non serve a niente mantenere una squadra come Udine sui 50 punti se poi non riusciamo mai a fare canestro. Volevamo servire Zelnyte nel pitturato per sfruttare i suoi centimetri in più rispetto alle avversarie, alla fine è riuscita a tirare solo sei volte. Ho portato le ragazze al centro del campo per trasmettere un messaggio forte davanti a tutto il pubblico: io non mi nascondo e non dovete nascondervi neanche voi. Perché io credo ancora fermamente in questa squadra e la difenderò sempre: ma è arrivato il momento in cui questa squadra deve, una volta per tutte, iniziare a credere in se stessa”.

CAROSELLO CARUGATE – DELSER UDINE 41-50

Parziali: 19-16, 24-30, 27-38, 41-50.

CAROSELLO CARUGATE: Diotti, Rossi, Zelnyte 14, Albano 6, Gombac 2, Zucchetti NE, Rossini 5, Cerizza NE, Mariani NE, Zolfanelli 6, Macalli NE, Contestabile 8. All. Piccinelli.
DELSER UDINE: Bianco 2, Blazevic, Ciotola 2, Petronio NE, Mancabelli 11, Sturma 1, Mio 6, Vincenzotti 8, Pontoni 4, Da Pozzo 4, Rainis 3, Romano 9. All. Pomilio.

About Mauro Carturan

Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Check Also

Olimpia Milano, LBA, espugnato il PalaBigi

Ennesima partita decisa in volata per le scarpette rosse. Questa volta gli uomini di coach …

Olimpia Milano, Euroleague, ennesima sconfitta alla Sinan Erdem Dome

Ennesima sconfitta stagionale negli ultimi minuti per le Scarpette Rosse, questa volta a usufrire del …

geas basket

Orgoglio e personalità: Geas Basket vince anche a Vicenza

Il Geas Basket porta a casa i due punti nel derby tra le squadre più …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi