Ennesima partita decisa in volata per le scarpette rosse. Questa volta gli uomini di coach Pianigiani non concedono regali negli ultimi secondi di gioco e riescono ad aver la maglio di una Pallacanestro Reggiana mai doma in quel del PalaBigi. Buone risposte offensive per i Bianco Rossi da Bertans, Theodore, Jerrells e Gudaitis( tutti in doppia cifra), solite lacune difensive sul pick and roll avversario e nella difesa 1vs1 con Theodore sempre ad inseguire il suo diretto avversario e con Mbaye che commette errori banali nei momenti caldi del match.

Il primo tempo inizia con l’ EA7 che grazie a Jefferson e Abass si porta subito sul +4. La Reggiana, dopo un primo momento di sbandamento, prende le misure al gioco milanese e trascinata da un Reynolds on fire,  lentamente ricuce lo strappo. A cavallo tra i primi due quarti l’ Olimpia prova a dare il primo strappo al match. Jerrells e Bertans confezionano un parziale di 7- 0 e le scarpette rosse volano +6. Reggio prova a rientrare nuovamente con White ma Milano con Bertans e Jerrells è implacabile da dietro l’ arco e scappa sul + 11. Quando sembra che l’ inerzia sia completamente in mano meneghina, l’ Olimpia si addormenta e grazie ad 2 minuti di vuoto offensivo consente ai reggiani di ricucire lo strappo e passare in vantaggio. Dopo aver preso un parziale di 13- 0 l’ EA7 si sveglia e grazie a Jerrells e Gudaitis ritorna in vantaggio. Si arriva al suono della sirena dell’ intervallo lungo con Curtis Jerrells che infila la tripla sulla sirena che ferma il risultato sul 35- 41.

Il secondo tempo inizia con la GrissinBon che spreca malamente il primo possesso e Milano che sul ribaltamento alluga ulteriormente con Gudaitis. Reggio prova a confezionare l’ ennesima rimonta trascinata dai punti del duo Reynolds- Candi e impatta ad un minuto dalla fine del 3/4. La parità però dura poco, sul ribaltamento offensivo, Bertans mette la tripla del nuovo vantaggio milanese. La gara resta in sostanziale parità fino a 4 minuti dal termine quando Theodore e Gudaitis mettono un 8- 2 di parziale portando l’ EA7 sul + 6. La Reggiana sembra accusare il colpo ma due ritardi nelle rotazione difensive milanesi consentono ai padroni di casa di infilare due triple consecutive e di completare l’ ennesima rimanta. Milano a 18 secondi dal termine ha in mano l’ ultimo possesso del match, Reggio decide di far fallo immediatamente e manda in lunetta Curtis Jerrells, 1/ 2 per lui, +1 Olimpia e Reggio con palla in mano. Milano decide di non far fallo, difende bene, non consente alla Reggiana di prendersi un tiro pulito e porta a casa la vittoria. Il match si chiude con il risultato di 71- 72.

MVP del match Arturas Gudaitis. Per il gigante lituano 18 punti( 5/6 da 2Pt- 8/8 TL), 6 rimbalzi( 3 offensivi), +9 di +/- e 28 di valutazione complessiva.

Michele De Luca
michky983@gmail.com
Classe '83, ex giocatore di basket (12 anni di attività), laureato in scienze dell'organizzazione applicata allo sport.