Home / Calcio / Dopo Juventus-Inter, Spalletti non si accontenta: “Qualcosa di più potevamo fare”
luciano spalletti
Luciano Spalletti (Foto By Photojournalist Roberto Vicario (Photojournalist Roberto Vicario) [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons)

Dopo Juventus-Inter, Spalletti non si accontenta: “Qualcosa di più potevamo fare”

L’Inter pareggia a Torino contro la Juventus e mantiene primato in classifica e imbattibilità. Luciano Spalletti però non si accontenta e detta la via per crescere ancora.

Nel corso del programma “Serie A Live” in onda su Premium Sport, l’allenatore dell’Inter ha dichiarato:

Non sono arrabbiato, ma ci sono stati dei momenti in cui abbiamo perso qualche pallone di troppo, invece dovevamo essere più tranquilli e fidarci delle nostre qualità. Poi, aver portato via un punto qui senza aver preso gol va bene. Ma tutto quello che abbiamo ottenuto finora ce lo siamo guadagnato e dobbiamo ben tenerlo a mente. Invece abbiamo avuto un po’ di timore, come se non ci meritassimo di stare qui, come se qualcuno ancora non ci creda di essere cresciuto così tanto.”

“Stasera qualcosa di più potevamo fare, non eravamo così determinati come invece siamo stati in altri frangenti: in alcuni momenti è sembrato che ci si accontentasse un poco, come se la fase di possesso ci bastasse. Invece dovevamo essere più rabbiosi nel provare a fare di più. Lo scambio di battute con Chiellini? L’ho visto partire dalla sua area per andare dall’arbitro e pensavo si volesse lamentare di qualcosa, ma in realtà non era successo niente. Se mi avessero detto, all’inizio, di pareggiare a Napoli e Torino e di vincere a Roma non avrei firmato: dobbiamo puntare al massimo. Casomai, la domanda sarebbe ‘perché non le abbiamo vinte tutte?’, perché secondo me avremmo potuto. A noi non manca niente: stasera entrambe le squadre potevano ambire a vincere. Ma questo è un grandissimo punto, in un campo difficile.”

About Mauro Carturan

Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Check Also

Bydgoszcz 19 al 24 luglio2016 Campionati Mondiali Juniores di Bydgoszcz , in Polonia - Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Filippo Tortu: il 2018 sarà l’anno della conferma

Il 2018 per confermarsi e per far rinascere l'atletica italiana. Sarà un anno molto impegnativo, …

Figurine Panini 2017-2018: 128 pagine per tornare un po’ bambini

È disponibile da pochi giorni in tutte le edicole la collezione Figurine Panini 2017-2018, giunta …

Formula E: DS Virgin Racing, alta tensione a Marrakech

Dopo il successo di Sam Bird al via del campionato di Formula E, DS Virgin …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi