Home / Altri sport / Arianna Errigo: fioretto e sciabola, il doppio oro a Tokyo 2020 non è più un sogno

Arianna Errigo: fioretto e sciabola, il doppio oro a Tokyo 2020 non è più un sogno

Vedere Arianna Errigo conquistare la medaglia d’oro nel fioretto e nella sciabola alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020. Un sogno, prima. Ora un’idea che si concretizza sempre più.

Tokyo 2020, Arianna Errigo è già pronta

Lei che, partita da Monza, è già finita nell’Olimpo della scherma mondiale. Ha chiuso un 2017 molto importante e delicato per la sua carriera sportiva. Un anno che è stato simbolo della rinascita, per lei che proveniva dalla delusione del mancato oro olimpico a Rio 2016. A livello individuale e di squadra, infatti, quella appena conclusa è stata una stagione trionfale e a dirlo sono i risultati. Due ori europei portati a casa, un oro ed un bronzo mondiale.

L’inizio del dualismo fioretto-sciabola

Ma il 2017 verrà ricordato soprattutto per un altro motivo: è stata la stagione che ha dato il via ad un’altra, incredibile, impresa per la Errigo. Quella di cimentarsi anche con la sciabola, lei che è rappresentante massima del fioretto mondiale: “Il 2017 è stato un anno stupendo, difficile e impegnativo – ha precisato la stessa Errigo, tramite un video post su Facebook – ma mi ha regalato grandi emozioni soprattutto nelle ultime settimane”. Per la verità non si tratta proprio di una novità assoluta, visto che nei campionati italiani si è spesso cimentata con la sciabola. Ma la chiave di volta è stata la sua partecipazione anche alla Coppa del Mondo, che per molti era sinonimo di follia. Nei tempi moderni, infatti, non era mai successo che qualcuno riuscisse ad essere competitivo con due armi.

Un 2017 di ottimi risultati

Ma eccola lì, Arianna Errigo. Lei che del fioretto è maestra indiscussa, lei che emerge anche nella sciabola. Progressi incredibili, con tanto di diversi piazzamenti nei quarti di finale e vittorie di prestigio contro sciabolatrici di lungo corso. Il suo capolavoro resta il secondo posto finale nel Grand Prix di Cancun, in Messico. Dove Arianna Errigo è stata sconfitta in finale dall’ucraina Olga Kharlan. Un risultato eccezionale, che meglio fa capire la volontà della brianzola di ben figurare alle prossime Olimpiadi con entrambe le armi. E, ovviamente, puntare alla vittoria di due medaglie d’oro. Perché lei è una vincente, una che non molla mai. Quest’anno sarà decisivo, perché dovrà cercare di dosare le forze visti i molti impegni in programma, a partire da Europei e Mondiali:  “Ho degli obiettivi – ha precisato ancora Arianna – a livello sportivo il Mondiale a luglio in Cina, dove sicuramente andrò di fioretto ma anche di sciabola. Sarà difficilissimo, però continuerò a lavorare con questa tenacia”.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Luca Talotta

Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Check Also

Eccellenza

Eccellenza, presentata a Milano la finale scudetto

Conto alla rovescia per la Finale del campionato di Eccellenza per il titolo di Campione …

Aspria Charity Football Ladies

Aspria Charity Football Ladies, le WAGS in campo

Il grande sport è stato protagonista all’Harbour Club in occasione dell'Aspria Charity Football Ladies. Lunedì …

Olimpia Milano, il fotoracconto del match contro la Red October Cantù

Per tutti coloro che non hanno potuto assistere live a gara 2 dei quarti di …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi