Sconfitta interna per le Scarpette Rosse nel 15esimo turno di LBA. Gli uomini di coach Pianigiani cadono sul finire di una gara tirata contro i campioni d’ Italia in carica della Reyer Venezia. Per Milano, 40 brutti minuti conclusisi con un ultimo possesso ai limiti della confusione più assoluta. Con questa sconfitta l’ Olimpia termina il girone d’ andata al terzo posto e si accoppia con Cantù per le F8 di Coppa Italia di febbraio.

Il primo tempo inizia con un 6- 0 di parziale meneghino con una grossa impronta dell’ osservato speciale Goudelock. La Reyer riesce a realizzare il primo canestro dopo 3 minuti con una potente schiacciata di Watt. Milano sembra aver l’ inerzia della gara saldamente in mano quando due triple veneziane a metà del 1/ 4 riaprono il match. A quel punto, Milano si incarta in attacco, Venezia ne approfitta e si porta sul + 6 alla fine della prima frazione di gioco. Ad inizio 2/ 4 Milano alza l’ asticella difensiva e trascinata dai punti di Gudaitis e Bertans riesce a infilare un parziale di 14- 4 in 5 minuti riportandosi in vantaggio. Tornata in vantaggio l’ EA7 si addormenta nuovamente e la Reyer ne approfitta. Trascinata dal duo Haynes e Watt gli ospiti tornano nuovamente in vantaggio. Si arriva al suono della sirena dell’ intervallo lungo con Goudelock che realizza il canestro del – 1 dalla linea di metà campo. Il primo tempo termina sul punteggio di 43- 44.

Il secondo tempo tempo inizia con Haynes che realizza da 3 e Milano che sul possesso successivo perde palla. Le due squadre iniziano una sorta di elastico ciclistico, ad ogni canestro di una c’ è la risposta dell’ altra; il tutto fino a metà del 3/ 4 quando inizia l’ Andrew show. 1 minuto, 6 punti e Bianco Rossi nuovamente in gara. Gli ultimi 10 minuti iniziano con l’ Olimpia sul + 1, Gudaitis  fa 1/ 2 dalla lunetta e poi l’ EA7 si ferma. Venezia infila un tremendo 10- 0 di parziale che viene interrotto da controparziale di 6- 0( Andrew Goudelock) che riapre il match. Gli ultimi 20 secondi iniziano con la Reyer sul + 4. Goudelock sul ribaltamento mette la tripla del -1. L’ Olimpia sul possesso successivo manda Watt in lunetta, 1/ 2 per lui e palla in mano a Milano con 9 secondi da giocare. L’ Olimpia si incarta sull’ ulltimo possesso, Bramos recupera e vola in contropiede a inchiodare la schiacciata che chiude il match. La gara termina con il punteggio di 80- 84.

MVP del match Haynes. Il play USA chiude la sua gara con 20 punti, 5 rimbalzi e 22 di valutazione complessiva.

La palma del migliore in casa EA7 va a Andrew Goudelock. Per il mini Mamba 28 punti, 5 rimbalzi, 1 assist e 22 di valutazione complessiva.

Michele De Luca
michky983@gmail.com
Classe '83, ex giocatore di basket (12 anni di attività), laureato in scienze dell'organizzazione applicata allo sport.