La conferenza stampa di Luciano Spalletti al termine di Inter-Roma, gara valida per la seconda giornata di ritorno di Serie A. La sfida si è disputata allo Stadio San Siro di Milano. In gol sono andati Stephan El Shaarawy al 31′ e Vecino a quattro minuti dalla fine.

La conferenza stampa di Luciano Spalletti dopo Inter-Roma

Si comincia subito con una domanda sulla partita: “Io rimango un po’ sorpreso del perché in alcuni momenti si fa in quel modo e in altri in quell’altro modo. Un po’ di conoscenza di quello che siamo, di cui bisogna fidarci, ce l’abbiamo. Sono sbalzi troppo grossi da certi momenti ad altri. Pensavo di poter avere più equilibrio”.

Inter-Roma, si attaccava in maniera varia

“Già altre volte avevamo fatto die pezzi di partita così. Probabilmente non siamo convinti di poterlo sostenere. Allison? E’ forte e io l’ho penalizzato a tenerlo fuori. Merita tutta questa attenzione, se l’è meritata con serietà e professionalità. Sono andato a salutarlo, gli ho chiesto le cose che gli dovevo chiedere”.

Brozovic può migliorare?

“Sapete giocare bene a briscola con le figurine… Con Brozovic e Borja Valero basso c’è un certo filtro rispetto a Gagliardini quando partono Nainggolan e altri. Brozovic ha fatto le sue partite, se mi fa vedere che è bravo io lo impiego. Non ho parenti, sono tutti amici ma scelgo sempre la formazione che mi dà le garanzie migliori durante la settimana. Con le mezzali e un trequartista si gioca 5 metri più avanti, un’altra punta non la reggi. Poi si possono fare altre cose, ma la palla va portata di là; non riuscivamo ad arrivare sulla trequarti, ce la facevano lanciare sempre”. 

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.