Home / Calcio / Giuseppe Signori: dal “Foggia dei Miracoli” alla Nazionale, i 50 anni di un bomber rapace
Giuseppe Signori
Giuseppe Signori con la maglia del Foggia (Foto: Wikipedia)

Giuseppe Signori: dal “Foggia dei Miracoli” alla Nazionale, i 50 anni di un bomber rapace

Giuseppe Signori, uno degli attaccanti che ha scritto pagine importanti nella storia del calcio italiano, festeggia oggi il suo 50esimo compleanno.

Giuseppe Signori: un cannoniere letale

Gli appassionati di calcio più giovani ricorderanno pochissimo del talento di Giuseppe Signori, ma lui può essere considerato a pieno merito uno degli attaccanti italiani più forti. A parlare per lui sono i numeri: ben 188 reti in 344 partite. Per i difensori era un vero e proprio pericolo: un attaccante brevilineo ma veloce, in grado di sorprendere sul tempo il suo marcatore.

Il bomber, nato ad Alzano Lombardo, ha conosciuto la gavetta e sa bene quindi cosa significhi sacrificarsi e lavorare per ritagliarsi soddisfazioni importanti. Il debutto in prima squadra avviene a soli 16 anni con la maglia del Leffe, con cui ottiene la promozione in Serie C2. Nel 1985 -86 passa al Piacenza, ma riuscire a ritagliarsi un ruolo importante in squadra all’inizio non sarà semplice.

Giuseppe Signori: uno degli eroi del “Foggia dei miracoli”

La svolta nella carriera di Signori arriva nel 1989, anno in cui viene acquistato dal presidente del Foggia, Pasquale Casillo, che non nasconde di avere grandi ambizioni. In panchina arriva Zdenek Zeman, uno che ama il gioco spettacolare senza badare troppo all’aspetto difensivo. Quella squadra ha fatto divertire tantissimi appassionati, al di là dei colori del tifo, al punto tale da essere definito “Foggia dei miracoli”.

Signori viene schierato da ala sinistra per sfruttare al meglio la sua velocità: il giocatore è in grado di segnare ma anche di far segnare i compagni. A incantare tutti c’era un tridente davvero devastante, composto oltre che da Signori anche da Ciccio Baiano e da Roberto Rambaudi. Quel Foggia è stata una delle squadre italiane che è riuscita ad approdare alla fase finale della Coppa Italia pur militando in Serie B.

Le prestazioni con la maglia rossonera consentono all’attaccante di guadagnarsi anche la convocazione in Nazionale. Con i rossoneri in tre stagioni di calcio spettacolo, Signori conquista la serie A.

Giuseppe Signori: dalla Lazio alla Nazionale

Nell’estate del 1992 Signori passa alla Lazio dove si mette in evidenza con numeri da capogiro. Complessivamente, realizza 107 reti in 127 partite. Per tre stagioni riesce anche a conquistare il titolo di capocannoniere: nel 1992-1993, nel 1993-1994 e nel 1995-1996.

Parallelamente alle soddisfazioni ottenute con la maglia biancoceleste, l’attaccante diventa anche una colonna della Nazionale. In azzurro Beppe disputa i Mondiali di Usa 1994 in cui la nostra rappresentativa si fa sfuggire il titolo solo in finale perdendo ai rigori contro il Brasile.

Dopo una breve parentesi in prestito alla Sampdoria, il giocatore approda al Bologna, la sua ultima squadra italiana. Il suo ultimo campionato da professionista risale al 2005-2006, nelle file dell’iraklis, in Grecia, e successivamente del Sopros, in Ungheria.

Giuseppe Signori: una brutta parentesi extra calcistica

Una volta appese le scarpe al chiodo, Signori riesce a iniziare una carriera da commentatore sportivo in diverse trasmissioni Tv. A offuscare almeno parzialmente la sua immagine interviene però una brutta vicenda in cui resta coinvolto il 1° giugno 2011: Signori viene infatti arrestato con l’accusa di essere rimasto convolto nell’ennesimo scandalo scommesse che coinvolge il calcio italiano.

Il suo nome sarebbe stato fatto per garantire il corrompimento di alcuni calciatori di serie A e B,per ottenere risultati positivi agli scommettitori. Poco dopo tornerà libero.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Ilaria Macchi

Check Also

Champions League andata preliminari 21-22 agosto 2018: streaming, diretta live

Con l’andata dei preliminari, parte su Sky l’edizione 2018/19 della rinnovata UEFA Champions League. In attesa …

Mediaset

Mediaset, arriva “il Mondiale più bello di sempre”

Dal Mundialito 1981 a Russia 2018. I Mondiali di calcio come non si sono mai …

Theal Therapy

Theal Therapy, la terapia dei campioni per tutti

Una vera e propria rivoluzione nel campo della medicina e della fisioterapia in grado, allo …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi